Vita consacrata

Ultimi contenuti per il percorso 'Vita consacrata'

Sabato 17 novembre 2018 nella parrocchia di San Jacopino, a Firenze, si celebra la Festa di Santa Elisabetta, Patrona delle Suore Francescane di Santa Elisabetta, presenti in questa comunità Parrocchiale da 50 anni. Una festa che celebra anche questo giubileo e la ricorrenza dei 130 anni di fondazione dell’Istituto. La presenza del Cardinale Bassetti che presiederà la solenne Concelebrazione alle ore 18, vuol sottolineare, tra l’altro il particolare significato di questa giornata e la comunione con tutta la Chiesa Italiana, in cui  l’Istituto affonda le sue radici.

Dal 1989 Clelia Merloni (1861-1930), fondatrice delle Apostole del Sacro Cuore, è Serva di Dio. Ora il prossimo sabato 3 novembre, in San Giovanni in Laterano a Roma, sarà beatificata. Questo evento riguarda da vicino la Toscana perché proprio a Viareggio Madre Clelia nel 1894 fondò la sua famiglia religiosa che oggi conta un migliaio di suore sparse nel mondo: in Italia, negli Stati Uniti, in Brasile, Messico, Argentina, Svizzera, Albania, Mozambico, Cile, Uruguay, Paraguay, Benin, Filippine e Taiwan. 

Per il suo millenario, la basilica di San Miniato al Monte si illumina di nuova luce. L’evento inaugurale aperto al pubblico, durante il quale saranno presentati i nuovi scenari d’illuminazione, è fissato per il prossimo 18 ottobre 2018. L'abate Bernardo: «Un progetto capace di esaltare e sottolineare, con elegante discrezione, attraverso la luce, la bellezza artistica di San Miniato»

«Guardando voi, vedo dietro di voi tanti martiri. Martiri anonimi, nel senso che neppure sappiamo dove sono stati sepolti. Anche qualcuno di voi: ho salutato uno che ha saputo che cos'era la prigione». Lo ha detto ieri il Papa, nel discorso rivolto al clero lituano, incontrato nella cattedrale di Kaunas (testo integrale)

(Camerino) Nell'ottobre di due anni fa il terremoto rese inagibile il loro monastero intitolato a Santa Chiara ma non minò la forza d'animo e la speranza di una tempestiva «rinascita». E così è stato per le monache clarisse di Camerino, centro storico marchigiano tra i più devastati dalle scosse, che domenica scorsa, nel giardino in cui si trovava quella danneggiata hanno potuto inaugurare una nuova struttura in legno grazie alla generosità di molte donazioni e del contributo da parte delle Caritas di Milano, Bergamo e Brescia assieme al sostegno dell'Ordine dei Frati minori.

Sono più di quattrocento gli interrogatori che le autorità autorità giudiziarie egiziane della regione del Wadi Natrun hanno già realizzato o intendono predisporre nei prossimi giorni, nel quadro delle indagini sull'omicidio del vescovo copto ortodosso Epiphanius, ucciso all'alba di domenica 29 luglio nel monastero di San Macario, di cui era abate. Tawadros II ha varato misure più rigide per la vita dei monasteri.