Vocazioni

Ultimi contenuti per il percorso 'Vocazioni'

I giovani che lasciano la Chiesa subito dopo la Comunione e la Cresima lo fanno «perché non sono interessati all’offerta che ricevono, perché non ricevono risposte alle questioni e agli interrogativi che li inquietano?»: questa la domanda che Papa Francesco ha rivolto ai vescovi portoghesi ricevuti oggi in visita ad limina, cercando poi delle risposte.

Dietro il volto dei tanti animatori e degli educatori, riuniti in Aula Paolo VI, il Papa vede “i giovani che, spinti dall’amore di Dio, cercano nella Chiesa le strade per assumerlo nella propria vita”. Rivolgendosi ai partecipanti al Congresso internazionale per i formatori alla vita consacrata, Francesco ricorda il compito urgente della formazione dinanzi alla crisi vocazionale. Esorta i presenti ad essere testimoni della sequela di Cristo prima che maestri, sottolinea il fatto di essere dei privilegiati perché si partecipa all’opera del Padre e li invita ad allontanare la tentazione che tale missione sia un peso.

«Quanti spiriti sazi tra di noi. Quanta gente che ha sempre una risposta pronta da dare, un'idea da imporre senza un minimo di dubbio e un'iniziativa da esibire come decisiva per la sorte dell'umanità! Quando si parla di mancanza di vocazioni tra noi, io mi chiedo: quante delle chiamate che il Signore certamente continua rivolgere trovano interlocutori capaci di rispettare, come ha fatto Gesù con Natanaele, la storia dei chiamati?»: è quanto ha affermato oggi monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, nella messa conclusiva del Convegno (3-5 gennaio), «È bello con te. Vocazioni e santità: toccati dalla Bellezza», promosso a Roma dall'Ufficio nazionale per la pastorale delle vocazioni.