Volontariato

Ultimi contenuti per il percorso 'Volontariato'

Il 2021 sarà il trentennale dall’approvazione di due leggi fondamentali per la storia e l’evoluzione del terzo settore in Italia. Il Centro di Ricerca Maria Eletta Martini promuove una borsa di studio dedicata alla ricostruzione del dibattito politico, culturale, sociale e istituzionale che ha accompagnato, fra gli anni ’80 e ’90, l’approvazione dei primi provvedimenti legislativi regionali e nazionali in tema di volontariato e attività di impresa di rilievo sociale, culminati nel 1991 con l’approvazione delle leggi n. 266 e n. 381.

“Gridare tutta la nostra indignazione, metterci il nostro corpo e non solo la faccia, esigere un cambio di rotta dell’Italia e dell’Europa, complici delle stragi dei migranti, di fronte agli ennesimi crimini di omissione di soccorso! Non ci resta che questo, dopo le ultime tragedie del Mare Nostrum”. Lo scrivono i firmatari di una lettera-appello dopo l’ennesima strage avvenuta nel Mediterraneo con la morte di 45 persone, tra cui cinque bambini, la notte tra il 14 e il 15 agosto. 

Anche il Terzo Settore, che non svolge attività di impresa o attività commerciale, potrà accedere ai finanziamenti previsti dal Fondo di garanzia per le Pmi, secondo quanto prevede il testo del Decreto Agosto. “Attendiamo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, ma se confermata è davvero un’ottima notizia a testimonianza che le nostre sollecitazioni hanno trovato risposta” dichiara Claudia Fiaschi, portavoce nazionale del Forum del Terzo Settore.

E' un patrimonio dal grande valore storico e culturale quello contenuto nell'archivio personale di Maria Eletta Martini che è stato conferito al Centro di Ricerca a lei intitolato e istituto nei mesi scorsi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e dalla Fondazione per la Coesione Sociale. La consegna dei materiali da parte dei familiari di Maria Eletta Martini si è svolta mercoledì 5 agosto nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Torna l’evento organizzato da Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Istituto degli Innocenti e Montedomini. Il ricavato della serata sarà destinato all'acquisto di macchinari e attrezzature per le strutture ospedaliere della Ausl Toscana Centro. Durante la serata il ringraziamento al personale medico e paramedico

«Mettendosi a rischio di contagio i nostri confratelli e le nostre consorelle con senso di appartenenza e con spirito di carità cristiana hanno risposto presente e sono stati veri testimoni del cammino intrapreso dai nostri padri fondatori nel lontano 1588». Con queste parole il proposto dell’Arciconfraternita della Misericordia di Prato Gianluca Mannelli ha voluto ringraziare pubblicamente i volontari dell’associazione per il grande impegno che li ha visti protagonisti durante l’emergenza sanitaria segnata dal Covid-19. L’occasione è stata l’annuale festa della fondazione dell’antico sodalizio che ricorre ogni 22 luglio da 432 anni.