Volontariato

Ultimi contenuti per il percorso 'Volontariato'

Nell'udienza concessa oggi nell'Aula Paolo VI agli uomini e alle donne della Protezione civile italiana, il Papa ha ricordato le vittime delle diverse calamità di quest'anno e ha espresso l'apprezzamento per l'attività generosa dell'intero sistema «di solidarietà pubblica», non solo nelle emergenze. Il saluto del presidente della Cei.

La difesa di "spazi di libertà", sia nel pluralismo dell'informazione che nella valorizzazione del volontariato e delle istituzioni culturali; la politica, con l'attesa delle elezioni a Firenze e il dibattito sulle possibili forme di aggregazione dei cattolici; la vita diocesana, con il Cammino Sinodale e la Visita Pastorale. Sono questi i temi affrontati dal cardinale Giuseppe Betori nel suo incontro con i giornalisti per il consueto scambio di auguri.

Nel volume appena pubblicato da Cesvot censiti 1.743 enti del terzo settore tra associazioni di promozione sociale (54%), volontariato (33%) e altro (13%). Firenze, Pisa e Lucca le province con il numero più alto di enti. Il 35,7% delle organizzazioni conta tra 1 e 24 volontari, il 61,6% gestisce teatri, cinema, ville e palazzi, il 20,2% musei, monumenti e siti archeologici, il 16,2% biblioteche e archivi.

«Il servizio di volontariato solidale è una scelta che rende liberi e aperti alle necessità dell'altro; alle esigenze della giustizia, alla difesa della vita, alla salvaguardia del creato, con una attenzione tenera e speciale per i malati e soprattutto per gli anziani, che sono un tesoro di saggezza!». Lo ha esclamato il Papa, ricevendo oggi in udienza, in Aula Paolo VI, i membri del Centro di Servizio per il Volontariato «Sardegna Solidale» in occasione dei 20 anni di attività, accompagnati dal card. Angelo Becciu e dagli arcivescovi di Cagliari, mons. Arrigo Miglio, e di Oristano, mons. Ignazio Sanna.