Xenofobia

Ultimi contenuti per il percorso 'Xenofobia'

Nei giorni scorsi una dipendente della Coop di Pistoia è stata offesa con parole razziste da un cliente del supermercato dicendo di non voler essere servito da una persona di colore. In merito al fatto di cronaca denunciato da Filcams Cgil e dalle Rsu la Diocesi di Pistoia esprime "dispiacere per l'episodio che richiama l'attenzione sul latente clima di razzismo e xenofobia che si respira negli ultimi anni nel paese".

È nella natura umana: ci adattiamo. L’adattamento per l’umanità è stato, nel corso dell’evoluzione, sinonimo di sopravvivenza di fronte alle difficoltà. Ma accanto ad adattamento sta la parola assuefazione e questa, spostando l’ambito dal biologico all’etico, si gemella con un altro termine: assuefazione. Il confine tra questi termini non è chiaro. L’area di contiguità è sfumata: si inizia credendo di avere conquistato un traguardo in una situazione ostile e ci si ritrova regrediti a livelli a cui non avremmo mai pensato. Sì, perché accanto a assuefazione c’è un’altra parola, terribile: cinismo.

Intorno alle 22, un killer ha aperto il fuoco prendendo di mira i bar notoriamente frequentati dalla comunità turca. 9 le vittime, con 4 feriti che sarebbero in condizioni gravissime, ma è al momento di 11 il totale dei morti, dopo che il corpo senza vita dell’autore della strage è stato trovato nella sua abitazione insieme a quello della madre. 

Dedicato alle virtù e ai vizi della politica il messaggio del Papa per la prossima Giornata mondiale della pace (testo integrale). Corruzione, razzismo e xenofobia sono «la vergogna della vita pubblica e mettono in pericolo la pace sociale». «Non sono sostenibili i discorsi politici che tendono ad accusare i migranti di tutti i mali e a privare i poveri della speranza», afferma Francesco.

Ricevendo leader ed esponenti delle Chiese cristiane nel mondo partecipanti alla «Conferenza mondiale su xenofobia, razzismo e nazionalismi populisti nel contesto delle migrazioni globali» ha lanciato un forte richiamo  alla politica che specula sulle paure del «diverso» e ha invitato i cristiani all’impegno contro il razzismo, per promuovere la «dignità di tutti gli uomini», perché nello straniero c’è il Signore.

Si è aperta stamani a Roma Roma la «Conferenza mondiale su xenofobia, razzismo e nazionalismi populisti nel contesto delle migrazioni globali» promossa per la prima volta insieme dal Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale e il World Council of Churches (Wcc), in collaborazione con il Pontificio Consiglio per l'unità dei cristiani. Gli interventi del rev. Olav Fykse Tveit (Wcc) e del card. Turkson.

«Le cronache recenti documentano la persistenza nelle nostre società di forme di intolleranza, xenofobia, razzismo che feriscono la dignità della persona e mortificano la convivenza civile: si tratta di manifestazioni di odio tanto violente quanto ingiustificabili». Parole nette, quelle scelte da monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, durante l’audizione di oggi alla Camera dei Deputati, presso la Commissione parlamentare «Jo Cox» sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio.