Italia
stampa

Registro Unioni civili Roma: don Gentili (Cei), «atti vuoti da non equiparare a matrimonio»

«Certi atti sono vuoti se non corredati da una riflessione che va condotta nei luoghi legittimati a ciò». È il commento al Sir di don Paolo Gentili, direttore dell’Ufficio Cei per la pastorale della famiglia, dopo l’approvazione, da parte dell’assemblea capitolina, della delibera per l’istituzione a Roma del registro delle unioni civili.

Percorsi: Famiglia - Roma
Parole chiave: registro unioni civili (1)

È il Parlamento, ad avviso di don Gentili, il solo luogo in cui questo dibattito andrebbe condotto, tenendo però presente che «siamo in un momento in cui la famiglia composta da un uomo e una donna sembra essere minoritaria, mentre è la realtà che porta avanti questo Paese, che va custodita e sostenuta». «Tutte le persone di buona volontà - prosegue - possono riconoscere la bellezza della differenza, il diritto dei bambini ad avere un papà e una mamma». «Un omosessuale che viva in modo limpido la sua relazione - osserva - sa bene che, con il suo compagno, non potranno essere genitori, a meno di ricorrere a strade tortuose e poco chiare. Questo non cancella l’amore tra le due persone, ma è un dato di realtà. Perciò si trovino pure nuove vie per accompagnare le diverse forme di unione, ma senza equipararle al matrimonio». E, a proposito dell’impegno del Parlamento, “l’auspicio è che legiferi a favore della famiglia vera, aperta alla vita. Un uomo e una donna legati tra loro in modo stabile sono una risorsa per la società, oggi misconosciuta soprattutto a livello fiscale. Ci vuole un grande impegno a favore di chi realmente porta avanti questo Paese”.

Fonte: Comunicato stampa
Registro Unioni civili Roma: don Gentili (Cei), «atti vuoti da non equiparare a matrimonio»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento