Mondo
stampa

Venezuela: vescovi a Maduro, «ritirare la convocazione di una Assemblea costituente»

I vescovi venezuelani, riuniti nella loro CVIII Assemblea plenaria, hanno inviato una lettera al presidente della Repubblica Nicolás Maduro, chiedendo in particolare il rispetto per l’autonomia dei poteri politici e la rinuncia al progetto di Assemblea nazionale costituente.

Percorsi: Venezuela
Vescovi del Venezuela (Foto Sir)

Scrivono i presuli: «Nella nostra agenda di lavoro occupa un posto importante lo studio della grave situazione che scuote le fondamenta del Paese. Ci anima il proposito di portare luce e vie di soluzione, a partire dalla nostra condizione di pastori, in cammino con il nostro popolo».

«Siamo convinti che se lei vuole risolvere la grave crisi dovuta alla scarsità di generi alimentari e di medicine e all’insicurezza, che sta creando innumerevoli vittime», così come «restituire al Venezuela la sua piena democrazia a livello istituzionale» è urgente «riconoscere la autonomia di tutti i poteri pubblici e lavorare assieme ad essi», in particolare con «l’Assemblea nazionale e i massimi organi giudiziari; ritirare la convocazione di una Assemblea nazionale costituente; assumere e rafforzare gli accordi che erano stati raggiunti nell’iniziale dialogo con l’opposizione», sottolineano i vescovi.

La lettera prosegue ricordando al presidente Maduro che Papa Francesco «ha continuato a seguire con grande preoccupazione la situazione del nostro popolo venezuelano e ci ha rivolto in ripetute circostanze incoraggianti parole di solidarietà». Parole che vengono ricordate nel seguito della missiva, in particolare i richiami al Governo e a tutte le componenti della società a rinunciare a qualsiasi forma di violenza. Concludono i vescovi: «Desideriamo, signor presidente, manifestare nuovamente la nostra volontà di porci al servizio dell’incontro e della riconciliazione tra tutti i venezuelani».

La lettera è firmata dall’intera presidenza della Conferenza episcopale venezuelana e in particolare dal presidente, mons. Diego Rafael Padrón Sanchez, arcivescovo di Cumaná, dei due vicepresidenti, dal segretario generale e dai due cardinali dell’episcopato venezuelano, l’arcivescovo di Caracas Jorge Urosa Savino, presidente onorario della Cev, e l’arcivescovo di Mérida, Baltazar Enrique Porras Cardozo.

Venezuela: vescovi a Maduro, «ritirare la convocazione di una Assemblea costituente»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento