Toscana

stampa

Le donne toscane sono oggi più istruite che ieri, partecipano maggiormente al mercato del lavoro, si laureano di più che in passato - anche nelle discipline scientifiche e tecniche, in ingegneria e in matematica e con numeri, in questo caso, più alti perfino di Germania e Francia, anche se come lauree complessive rimaniamo fanalino di coda della Ue - ma al contrario di molti altri paesi europei le donne toscane fanno pochi figli o non diventano mai madri. 

Tutti uniti in corteo per dire no alle mafie. Erano attese tremila persone ma alla fine a Prato ne sono arrivate almeno quattromila per partecipare martedì 21 marzo alla XXII Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dall’associazione Libera e da Avviso Pubblico.