Toscana
stampa

Consiglio regionale: Pronto soccorso, accessi prioritari per i disabili

La Giunta regionale dovrà valutare la possibilità di avviare uno studio complessivo sull’intera organizzazione del Pronto soccorso, per individuare l’esistenza di condizioni strutturali ed organizzative, idonee alla progressiva attivazione di percorsi di accesso prioritario dedicati a persone con handicap e disabilità su tutto il territorio regionale.

Percorsi: Disabilità - Sanità - Toscana
Consiglio regionale: Pronto soccorso, accessi prioritari per i disabili

E’ quanto prevede una mozione sottoscritta da numerosi consiglieri del gruppo Pd ed approvata all’unanimità dal Consiglio regionale.

E’ stato il primo firmatario, Stefano Baccelli, ad illustrare l’atto, sottolineando la necessità di garantire “equità ed uguaglianza” nell’accesso alle strutture per l’emergenza medica. Lo studio dovrebbe essere realizzato con il supporto dell’Osservatorio permanente sul sistema di emergenza-urgenza e con il contributo delle associazioni che rappresentano il mondo dell’handicap e della disabilità. “Il riferimento di buon senso è l’esperienza positiva del ‘codice rosa’ per chi subisce violenza sessuale o domestica – ha sottolineato Baccelli – La disabilità spesso impedisce attività considerate ‘normali’, quali attendere il proprio turno all’interno di un Pronto soccorso senza disagio, in serenità ed autonomia”.

Voto favorevole alla mozione è stato annunciato da Andrea Quartini (M5S):

“Sempre dalla parte di chi è in difficoltà” ha affermato, pur rilevando una certa “pesantezza” nel dispositivo.

“E’ un po’ ridondante, ma ha il merito di aver valutato la complessità degli interventi proposti” ha replicato Paolo Sarti, annunciando il voto a favore del gruppo (Si-Toscana a sinistra).

Secondo Roberto Salvini (Lega nord) il problema dei Pronto soccorso non può essere affrontato senza inserirlo all’interno della riforma più complessiva della sanità toscana, che, per problemi di costi, viene concentrata sempre di più nelle grandi strutture.

“Con la mozione chiediamo semplicemente che il sistema sanitario organizzi, all’interno di strutture già esistenti, percorsi con triage preferenziali per persone con disabilità – ha replicato Serena Spinelli (Pd) – Spesso questo aspetto viene lasciato alla sensibilità del medico. E’ meglio se viene standardizzato. Tutto questo non ha nulla a che fare con la discussione fatta qualche mese fa”.

Il voto favorevole di Lega Nord alla mozione è stato dichiarato da Marco Casucci. “Spinelli ha ragione: è solo una misura di buon senso – ha osservato – Viene da chiedersi, perché non è stato fatto finora?”.

Fonte: Comunicato stampa
Consiglio regionale: Pronto soccorso, accessi prioritari per i disabili
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento