Vita Chiesa
stampa

Francesco a Movimento Focolari: «Contemplare, uscire e fare scuola»

«A cinquant'anni dal Concilio Vaticano II, la Chiesa è chiamata a percorrere una nuova tappa dell'evangelizzazione testimoniando l'amore di Dio per ogni persona umana, a cominciare dai più poveri e dagli esclusi, e per far crescere con la speranza, la fraternità e la gioia il cammino dell'umanità verso l'unità».

Percorsi: Focolari - Papa Francesco

Lo ha detto Papa Francesco ai partecipanti all'Assemblea generale del Movimento dei Focolari, in corso a Castel Gandolfo dal 1° settembre e che riunisce 500 persone di 137 Paesi. Durante l'udienza il Pontefice ha consegnato al Movimento tre parole: «Contemplare, uscire e fare scuola». «Oggi - ha detto - abbiamo più che mai bisogno di contemplare Dio e le meraviglie del suo amore. Contemplare significa inoltre vivere nella compagnia con i fratelli e le sorelle, spezzare con loro il Pane della comunione e della fraternità», perché «la contemplazione che lascia fuori gli altri è un inganno e un narcisismo». La seconda parola è «uscire» per «comunicare a tutti generosamente l'amore di Dio» con rispetto, gratuità e creatività, perché senza creatività "non si può andare avanti».

«Per fare questo - ha spiegato Francesco - occorre diventare esperti in quell'arte che si chiama dialogo e che non s'impara a buon mercato. Non possiamo accontentarci di mezze misure, non possiamo indugiare, ma piuttosto, con l'aiuto di Dio, puntare in alto e allargare lo sguardo!». Occorre dunque «uscire con coraggio» dove ci sono i «gemiti dei nostri fratelli», le «piaghe della società» e «gli interrogativi della cultura del nostro tempo». «Fa dolore - è stato il monito del Pontefice - vedere quando i cristiani incominciano a fare bizantinismi filosofici, teologici, spirituali. Oggi non abbiamo diritto alla riflessione bizantinista. Dobbiamo uscire! Perché la Chiesa sembra un ospedale da campo: e quando si va in un ospedale da campo, il primo lavoro è curare le ferite, non fare il dosaggio del colesterolo. Questo verrà dopo. È chiaro?».

Infine, la terza parola: «fare scuola». «Senza una adeguata opera di formazione delle nuove generazioni - ha affermato - è illusorio pensare di poter realizzare un progetto serio e duraturo a servizio di una nuova umanità». Bisogna formare «uomini e donne nuovi», ha concluso Francesco, citando Chiara Lubich, fondatrice del Movimento. «Uomini e donne con l'anima, il cuore, la mente di Gesù e per questo capaci di riconoscere e di interpretare i bisogni, le preoccupazioni e le speranze che albergano nel cuore di ogni uomo».

Fonte: Sir
Francesco a Movimento Focolari: «Contemplare, uscire e fare scuola»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento