Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco, Messa: «un cuore duro» il Signore lo sa rendere docile allo Spirito

«È bello vedere come il Signore sia capace di cambiare i cuori» e far sì che «un cuore duro, testardo, divenga un cuore docile allo Spirito». È l’insegnamento odierno di papa Francesco, nell’omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta, prendendo spunto dal passo biblico della conversione di san Paolo.

Percorsi: Papa Francesco
Messa a Santa Marta (Foto Sir)

Saulo di Tarso aveva il «cuore chiuso», totalmente sordo a Cristo, anzi «d’accordo» a sterminarne i seguaci al punto da farsi autorizzare a mettere in catene quelli che vivevano a Damasco. Ma tutto si ribalta proprio lungo la strada che lo porta a questa meta e quella di Paolo, afferma il Papa, diventa la «storia di un uomo che lascia che Dio gli cambi il cuore». Avvolto da una luce potente, sente una voce che lo chiama, cade, diventa momentaneamente cieco. «Saulo il forte, il sicuro, era a terra», commenta Francesco, capisce di non essere «un uomo come voleva Dio, perché Dio ha creato tutti noi per stare in piedi, con la testa alta». La voce lo invita a rialzarsi, «e quando incominciò ad alzarsi non poteva perché si accorse che era cieco: in quel momento aveva perso la vista. ‘E si lasciò guidare’: incominciò, il cuore, ad aprirsi». «Quest’uomo – prosegue il Papa – era a terra ma capì subito che doveva accettare questa umiliazione. È proprio la strada per aprire il cuore è l’umiliazione. Quando il Signore ci invia umiliazioni o permette che vengano le umiliazioni è proprio per questo: perché il cuore si apra, sia docile, il cuore si converta al Signore Gesù». Quindi Francesco, come già rimarcato nei giorni scorsi, ricorda come «il protagonista di queste storie» sia «lo Spirito Santo che conduce il popolo di Dio». Così, «la durezza del cuore di Paolo – Saulo, Paolo – divenne docilità allo Spirito Santo«

Fonte: Sir
Papa Francesco, Messa: «un cuore duro» il Signore lo sa rendere docile allo Spirito
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento