Vita Chiesa
stampa

Veglia Cei Sinodo: card. Bagnasco al Papa, «spenderci per la gente»

“Come Chiesa sentiamo di non voler combattere alcuna battaglia di retroguardia, né semplicemente di difesa: intendiamo, piuttosto, spenderci fra la gente, in un contesto che - se sul piano economico parla il linguaggio di una crisi grave perdurante - su quello culturale mette a dura prova motivazioni e scelte di fondo”. È il saluto del cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, al Papa, appena arrivato in piazza san Pietro per presiedere la preghiera per il Sinodo promossa dalla Conferenza episcopale italiana alla vigilia dell’apertura dell’assise dei vescovi sulla famiglia.

“Avvertiamo nel nostro cuore - ha proseguito il cardinale - il peso dell’incertezza e del disagio che attanagliano soprattutto i giovani, ritardando la realizzazione di progetti di vita; siamo testimoni della frammentazione che indebolisce i legami tra le persone, umilia la vita nascente ed emargina gli anziani, con il risultato d’impoverire il tessuto dell’intera società”. “Non vogliamo né possiamo rassegnarci a tutto ciò”, ha assicurato il cardinale a nome della Chiesa italiana: “Rinnoviamo, piuttosto, la responsabilità del nostro servizio, che ci chiama a promuovere e far brillare la grandezza e la verità della vocazione umana e del Vangelo del matrimonio e della famiglia”.

“Ci guida e ci sprona - ha proseguito il card. Bagnasco - un amore appassionato per l’uomo, approfondito alla luce dell’esperienza cristiana che, se non ci impedisce di riconoscerne le fragilità, ce ne fa ancora più gustare la dignità e la bellezza”. Di qui la “gratitudine a ogni uomo e a ogni donna che, in questo tempo complesso, si affidano con fiducia a un progetto di vita familiare”. “Con Lei vogliamo dire grazie al Signore per il tanto bene che c’è nelle famiglie - ha detto il presidente della Cei ringraziando il Papa per il suo ‘impegno instancabile’ - a partire dall’investimento educativo con cui i genitori reagiscono a una cultura che spesso produce non senso, appartenenza debole e disaffezione al bene comune”. “È una felice circostanza quella che ci vede pregare insieme con Lei questa sera, alla vigilia dei Sinodo dei vescovi”, le parole iniziali rivolte dal card. Bagnasco a Papa Francesco: “Il nostro abbraccio è ben più ampio di quello che raccoglie questa solenne piazza: coinvolge tante comunità parrocchiali e tante case, dove in questo momento ci si unisce con spirito orante e partecipe alla nostra celebrazione. È il segno dell’affetto della Chiesa italiana per il Successore di Pietro; nello stesso tempo, è l’espressione dell’attenzione condivisa per il tema sul quale i padri sinodali sono chiamati a confrontarsi”.

Fonte: Sir
Veglia Cei Sinodo: card. Bagnasco al Papa, «spenderci per la gente»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento