Cultura & Società
stampa

«Il Mediterraneo. Storia e attualità»: incontro con Franco Cardini a Lucca

Previsto il tutto esaurito per l’appuntamento con Franco Cardini, uno dei più autorevoli storici italiani, domenica 12 novembre, alle ore 18, nella chiesa di San Francesco a Lucca. Cardini parlerà di Il Mediterraneo. Storia e attualità, dialogando con lo storico Alessandro Bedini. Introduce Piero Ceccatelli, giornalista de La Nazione. L’incontro fa parte della rassegna Conversazioni in San Francesco, promosse e organizzate dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. L’incontro è a ingresso libero. I biglietti, gratuiti, ancora disponibili, si possono ritirare al Teatro del Giglio fino a domani 11 novembre, con orario 10.30-13.00 e 15.00-18.00.

Percorsi: Cultura - Lucca
Franco Cardini

Chi meglio di Franco Cardini può districarsi attraverso le complesse stratificazioni che compongono la civiltà mediterranea nel suo insieme. Con lui ci prepariamo a viaggiare nei percorsi della storia, alla ricerca della nostra identità, pronti a ricostruire anche il ruolo centrale della penisola italiana nelle vicende che, attraverso i secoli, hanno lentamente portato alla formazione della cosiddetta «cultura occidentale», fino a giungere alle questioni di attualità che proprio in queste acque vedono consumarsi vicende umane di estrema gravità.

«Il Mediterraneo – scrive Cardini stesso - sta tornando con forza “di moda”, anche se non sempre e non del tutto in un contesto facile. Eravamo abbastanza abituati all’idea che nell’età moderna l’asse economico e commerciale si fosse spostato dal mare nostrum al dominio degli oceani: ma già a partire dal taglio dell’istmo di Suez nel 1869, il non più chiuso bacino mediterraneo era tornato area di scorrimento di un imponente traffico navale. A partire dal secondo dopoguerra, la crescita esponenziale del traffico aereo ha senza dubbio ridimensionato quello marittimo, senza tuttavia poter giungere a sostituirlo, specie per i carichi voluminosi. Ma le prospettive del 'risveglio arabo' prima, quindi i pericoli del terrorismo islamista, infine la problematica legata alla 'nuova guerra fredda', hanno imposto una nuova attenzione internazionale sul Mediterraneo: al punto che ormai quella che era la North-Atlantic Treaty Organization, la Nato, sta con ogni evidenza trasferendo il suo nucleo molto a sud-est di quelle che erano le sue originarie prospettive.  La storia non deve mai attualizzarsi; d’altro canto, essa è sempre storia contemporanea. È un fatto obiettivo che l’attenzione sull’oggi provoca automaticamente una crescita di domande legate al passato».

Fonte: Comunicato stampa
«Il Mediterraneo. Storia e attualità»: incontro con Franco Cardini a Lucca
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento