Firenze

L'Osservatore Toscano - Settimanale della Diocesi di Firenze
Redazione: Via della Colonna, 29 - 50121 Firenze
Tel.055/277661 Fax. 055/2776624 - firenze@toscanaoggi.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

"Diamo avvio a tre cammini sinodali nella nostra Chiesa". Così il cardinale Giuseppe Betori, durante la Messa nella cattedrale di Firenze, ha annunciato l'apertura della fase diocesana verso l'Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, e del Cammino sinodale delle Chiese italiane. Due percorsi che a Firenze si uniscono con il Cammino diocesano aperto dal 2017. Ecco il testo integrale dell'omelia dell'arcivescovo di Firenze

Martedì 21 settembre alle 17.30 il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza episcopale italiana, concelebrerà una Messa nella collegiata di Sant'Andrea a Empoli in ricordo di monsignor Giovanni Cavini, ex proposto di Empoli e sotto la cui guida nella parrocchia di Palazzuolo sul Senio lo stesso Bassetti ha mosso i primi passi come chierichetto rimanendo poi allievo fino alle scuole medie nella struttura di cui Cavini si occupava.

La Chiesa fiorentina, come tutte le diocesi italiane, sarà impegnata nei prossimi mesi a dare il proprio contributo al «Cammino sinodale della Chiesa che è in Italia». Lo ha affermato l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, nel suo intervento alla "tre giorni" che ha riunito il clero fiorentino alla Certosa di Firenze. In allegato il testo integrale.

Quest’anno rivivere un campo, e tutte le emozioni che nascono in questa esperienza, è stato un dono prezioso, qualcosa di delicato da accudire, ma anche da vivere in pieno.
Come sappiamo, sono cambiate tante cose, ci sono più attenzioni nella nostra quotidianità, e così è stato anche ai campi Ac. Ed ecco che dopo averlo tanto atteso, la casa del Cernitoio si è ripopolata prima di bambini, poi ragazzi, di giovanissimi e poi giovani, per concludere a fine agosto con il campo di passaggio.

Ritrovata dopo secoli una preziosa reliquia di San Giovanni Battista nel Reliquiario di San Simeone Stilita, contente altri 11 frammenti ossei di santi, nel Museo dell'Opera del Duomo a Firenze. Stamani la benedizione dell’Arcivescovo Cardinale Giuseppe Betori durante la celebrazione della solennità di San Giovanni Battista nella Cattedrale di Firenze. La reliquia sarà esposta ai fedeli e rimarrà nella Cattedrale in un antico reliquiario del XIX secolo, dono di un devoto.

Celebrando la festa di San Giovanni Battista nella cattedrale di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori ha voluto ricordare stamani il ritrovamento del piccolo Nicola. Parlando di questo tempo di rinascita e della necessità, anche per una città come Firenze, di rinverdire le sue radici più autentiche, Betori ha ricordato l’appuntamento che, dopo l’incontro di Bari del 2020, si svolgerà proprio a Firenze nel 2022. Di seguito il testo dell'omelia