Italia
stampa

Bambini non nati, in 12 anni 52 mila sepolture in Italia

Presentati oggi a Roma gli Atti del convegno svolto a Roma nel marzo 2011 sugli aspetti teologico, pastorale e giuridico del trattamento da riservare ai feti abortit.

Percorsi: Vita

«L'onore e la pietà verso i bambini non nati rappresentano soltanto un piccolo gesto nell'opera di promozione della vita, ma certamente sono un atto necessario e un segno basilare di amore e di umanità»: così don Maurizio Gagliardini, presidente dell'Associazione «Difendere la Vita con Maria», ha introdotto oggi a Roma la presentazione del libro «Un gesto d'amore. Bambini non nati: l'onore e la pietà».

Il testo, edito da Cantagalli, raccoglie gli atti del convegno svolto a Roma nel marzo 2011 sugli aspetti teologico, pastorale e giuridico del trattamento da riservare ai feti abortiti, con contributi di cardinali, vescovi, teologi, politici, giuristi, bioeticisti, liturgisti. «Vogliamo ringraziare il card. Elio Sgreccia - ha detto don Gagliardini - per aver voluto portare all'evidenza dell'opinione pubblica il tema della dignità e intangibilità della vita umana, avendo a cuore anche i gesti quali il seppellimento e una benedizione per quei bambini non nati, i cui resti non possono essere considerati alla stregua di ‘cose'». L'associazione è presente in 13 regioni italiane e ha stipulato convenzioni con una ventina di comuni, tra cui Busto Arsizio, Gallarate, Bergamo, Varese, Torino, Biella, Genova, Perugia, Caserta, Cremona, Agrigento e altri. In 12 anni sono stati portati a sepoltura 52 mila bambini «non nati».

Bambini non nati, in 12 anni 52 mila sepolture in Italia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento