Italia
stampa

Crollo ponte Morandi: Mattarella, «Genova attende concretezza delle scelte e dei comportamenti»

«Genova non attende auguri o rassicurazioni ma la concretezza delle scelte e dei comportamenti». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un intervento su «La Stampa» e «Il Secolo XIX» a un mese dal crollo del Ponte Morandi.

Il viadotto Morandi crollato a Genova (Foto Sir)

«Una città colpita duramente, negli affetti, nella memoria, nella funzionalità, nella sua stessa essenza di metropoli dinamica e moderna, aperta al mondo e al futuro, è stata capace di non cadere nella disperazione», prosegue Mattarella: «Quella stessa solidarietà, alta, responsabile, coraggiosa, disinteressata, che ha caratterizzato i genovesi e i soccorritori - che ringrazio ancora, dai Vigili del fuoco al personale degli ospedali - è la chiave di volta per superare la condizione che si è creata». Per il presidente, «vi è bisogno di energia, idee, collaborazione, sostegno. Serve un impegno collettivo, nazionale e locale, pubblico e privato».

«Ricostruire è un dovere. Ritrovare la normalità, una speranza che va resa concreta. Bisogna farlo in tempi rapidi, con assoluta trasparenza, con il massimo di competenza. Con unità di intenti e visione lungimirante. Partendo dal ricordo delle vittime - conclude Mattarella -, dai bisogni primari di quei cittadini che hanno perso tutto. E accompagnando via via la ripartenza con provvedimenti che sostengano l'impegno dei cittadini, delle imprese, del mondo del commercio e dell'economia».

Fonte: Sir
Crollo ponte Morandi: Mattarella, «Genova attende concretezza delle scelte e dei comportamenti»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento