Italia
stampa

La storia di Cinzia e suo figlio Andrea: «Per i medici era incompatibile alla vita». Oggi ha 19 anni «e la sua vita vale»

Per Cinzia, il figlio Andrea è il suo piccolo miracolo: «Non vede, non parla, dice solo “mamma” (e a me questo basta)». È la storia raccontata sul numero di Toscana Oggi di questa settimana.

Percorsi: Disabilità - Vita
Andrea e mamma Cinzia

Per Cinzia, il figlio Andrea è il suo piccolo miracolo: «La sua vita vale».  È la storia raccontata sul numero di Toscana Oggi di questa settimana. Affetto da Trisomia 13 (una malattia rara e inguaribile) oggi Andrea ha 19 anni anche se quando è nato gli avevano dato al massimo qualche settimana di vita. Molti bambini muoiono prima di nascere, molti altri poco tempo dopo. E tanti dottori pensavano che sarebbe stato lo stesso anche per lui. «La cosa brutta in tutta questa storia è stato proprio il comportamento dei medici. Certo, non di tutti, ma di tanti sì. In alcuni si percepiva proprio un totale disprezzo per una vita che non è come le altre. Una volta mi sono anche sentita dire da un medico che mio figlio è incompatibile alla vita. Ma come si fa a dire una cosa del genere? Tutti siamo incompatibili alla vita, perché tutti prima o poi moriamo. È vero, Andrea non vede, non parla, dice solo “mamma” (e a me questo basta), ha bisogno di assistenza tutto il giorno e non interagisce con noi. Ma è mio figlio. Io so che lui si accorge se io ci sono o non ci sono e io so di cosa ha bisogno, quando sta male e quando sta bene. E la sua vita è vita e vale tanto quanto quella di suo fratello più grande. Io sulla vita di Andrea non ho mai avuto un dubbio, né durante la gravidanza, né dopo la sua nascita».

«Avere a che fare con la malattia di Andrea – prosegue Cinzia - mi ha aiutata a rivalutare le piccole cose, che poi piccole non sono: la prima volta che mi ha sorriso, la prima volta che sono riuscita a dargli da mangiare, i periodi che potevamo stare a casa. Con lui c’è un legame d’amore infinito, ma del resto, come può non esserci amore tra una madre e un figlio? Non ci sono vite di serie A e vite di serie B. La vita è un dono meraviglioso, con mille sfaccettature, tutte diverse, tutte bellissime, tutte degne di essere vissute». L'articolo più ampio, di Adele Anichini, sul numero di Toscana Oggi di questa settimana.

La storia di Cinzia e suo figlio Andrea: «Per i medici era incompatibile alla vita». Oggi ha 19 anni «e la sua vita vale»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento