Toscana
stampa

BRASILE, VESCOVO DENUNCIA: 18 INDIGENI UCCISI IN POCHI MESI PER LA TERRA

Percorsi: Mondo

In otto mesi, dall'inizio del 2003, sono stati uccise in Brasile per conflitti legati alla terra, 44 persone tra lavoratori e dirigenti sindacali, tra cui 18 indigeni. E negli anni aumentano gli omicidi e l'impunità. A denunciare la situazione in un'intervista che verrà pubblicata sul prossimo Sir bisettimanale è il comboniano Gianfranco Masserdotti, vescovo di Balsas (Maranhao), che è anche presidente del Cimi, il Consiglio indigenista missionario che difende la causa dei 252 popoli indigeni del Brasile (750.000 persone).

"Gli indios rivendicano la propria terra, ma questo non viene riconosciuto loro nella pratica economica e politica – spiega don Masserdotti -. Le loro terre sono invase da industriali e multinazionali che sfruttano le risorse naturali: oro, legno, diamanti, piante...E tutti questi omicidi, ad opera di sicari pistoleros spesso assoldati dai fazendeiros (proprietari terrieri), rimangono nella più totale impunità. La Costituzione brasiliana riconosce il diritto alla terra ma nella pratica questo diritto non viene rispettato perché ci sono dietro gli interessi dei potenti".

La Chiesa chiede da tempo al governo "di creare un Consiglio nazionale per le politiche indigeniste che sia organo di rappresentanza di questi popoli". E a proposito della nuova presidenza di Lula don Masserdotti afferma: "All'inizio c'è stata una grossa euforia collettiva. Certo, il clima è cambiato, ci sono opportunità nuove per i movimenti popolari, ma alcuni segni ci avvisano che non ci saranno grossi cambiamenti. Il problema è che Lula, pur essendo espressione del popolo che soffre, ora si trova in un ‘luogo sociale' diverso e non sempre riesce ad agire come vorrebbe. Subisce forti condizionamenti da parte delle banche, degli imprenditori, del sistema. Ma le buone intenzioni non bastano. Per cambiare la storia e la realtà sono necessari processi che nascono dal basso. Per questo ha chiesto alla Chiesa di impegnarsi nella formazione delle coscienze".
Sir

BRASILE, VESCOVO DENUNCIA: 18 INDIGENI UCCISI IN POCHI MESI PER LA TERRA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento