Toscana
stampa

È morto Cesare Sacerdoti: salvato dalle suore durante la Shoah, grazie alla sua testimonianza Dalla Costa, madre Tribbioli e mons. Meneghello tra i "Giusti fra le nazioni"

È morto domenica scorsa Cesare Sacerdoti, che insieme al fratello Vittorio e alla madre Marcella si era salvato dalle milizie nazifasciste nasconendosi nel covento delle Pie Operaie di San Giuseppe, in via dei Serragli a Firenze. Con la sua testimonianza aveva permesso l'iscrizione nell'elenco dei «Giusti fra le nazioni» del cardinale Elia Dalla Costa, del suo segretario mons. Meneghello e di madre Agnese Tribbioli.

Percorsi: Ebrei - Shoah
È morto Cesare Sacerdoti: salvato dalle suore durante la Shoah, grazie alla sua testimonianza Dalla Costa, madre Tribbioli e mons. Meneghello tra i...

Nelle sue ricerche sugli anni della persecuzione e delle deportazioni degli ebrei, Cesare Sacerdoti aveva strettamente collaborato con l'Archivio diocesano di Firenze. Dall'Archivio lo ricordano così: «Con grande tristezza abbiamo accolto la notizia che la mattina di domenica 3 marzo Cesare Sacerdoti si è spento in pace e serenità nella sua casa di Londra circondato dall'amore della sua famiglia. Vittima dell'atrocità delle leggi razziali e della persecuzione agli Ebrei nonché testimone diretto dell'opera di assistenza del Card. Dalla Costa, ricordiamo il suo impegno per il riconoscimento dei Giusti fra le Nazioni della Città di Firenze e la sua infinita gratitudine alla Chiesa fiorentina. Mancherà molto a tutti noi Un caro abbraccio alla moglie Judith ed ai figli Simon, Alexandra, Daniel e Jonathan»

Cesare Sacerdoti aveva raccontato, negli anni scorsi, di quando con il fratello Vittorio e la madre Marcella furono accolti da madre Maria Agnese Tribbioli nel convento di via de' Serragli: era il 6 novembre 1943, e vi restarono fino al 27 novembre. Ricordi tenuti per sé per circa 60 anni, fino all'incontro con tre delle suore - suor Grazia, suor Caterina e suor Gennarina - che li avevano aiutati in quel momento difficile. «Colossi di moralità»: così Sacerdoti definiva madre Maria Agnese, il cardinale Dalla Costa, il suo segretario monsignor Giacomo Meneghello e molte altre figure che hanno rischiato la vita per proteggere e salvare moltissimi ebrei perseguitati in quegli anni, e che lui ha contribuito a far iscrivere nell'elenco dei Giusti fra le Nazioni.

È morto Cesare Sacerdoti: salvato dalle suore durante la Shoah, grazie alla sua testimonianza Dalla Costa, madre Tribbioli e mons. Meneghello tra i...
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento