Toscana
stampa

Esplosione al porto di Livorno: mons. Giusti, «varare norme per poter prevenire questi eventi»

Nell'omelia della Messa crismale, celebrata in cattedrale in suffragio dei due operai morti ieri sul lavoro, il vescovo di Livorno, mons. Simone Giusti ha chiesto norme più stringenti per prevenire drammi simili.

Il luogo dell'incidenti sul lavoro a Livorno (Foto Sir)

«La Messa solenne di quest’oggi è segnata dal dolore per le vittime e i loro familiari che stanno vivendo una terribile via Crucis. La celebrazione di questa sera sarà di suffragio per i caduti, di speranza per i feriti, di vicinanza per i familiari e di sostegno ai compagni dei due lavoratori periti nell’incidente». Lo ha detto mons. Simone Giusti, vescovo di Livorno, durante l’omelia in cattedrale per la Messa del Crisma. Nel pomeriggio, infatti, si è verificata un’esplosione in un serbatoio nel porto industriale che ha provocato la morte di due operai. «I periti diranno perché è accaduto e se vi siano responsabilità, ma una cosa è certa – ha sottolineato mons. Giusti –: si devono varare norme talmente attente e cogenti da poter sempre prevenire questi eventi: di lavoro si vive ma di lavoro non si deve mai morire».

Esplosione al porto di Livorno: mons. Giusti, «varare norme per poter prevenire questi eventi»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento