Toscana
stampa

Fondazione Stella Maris lancia a Natale la campagna per sostenere la costruzione del Novo Ospedale dei bambini

Il "Novo Ospedale dei bambini" nascerà nell’area di Cisanello a Pisa. Sarà una struttura per bambini, per ragazzi e per le persone con gravissime disabilità neuropsichiatriche e i loro genitori

Il progetto del nuovo ospedale

Anna è nata prematura dopo sei settimane di gravidanza. Una bambina di 700 grammi con gravi sofferenze neurologiche, venuta alla luce dopo un intervento di urgenza. I medici e i terapisti della Fondazione sono riusciti a riaccendere le speranze negli occhi dei genitori di Anna. “Questa struttura che si occupa della riabilitazione dei neonati con gravissimi problemi cerebrali - dicono i genitori - è stata fondamentale perché dal dialogo con i professionisti di quello che stavamo vivendo,  ci ha permesso di ritrovare nostra figlia e la serenità”. Alla Stella Maris ci sono tante bambine e tanti bambini che, come Anna, non avranno la stessa vita dei loro coetanei. La Stella Maris lavora per migliorare la loro qualità di vita e ridurre la distanza tra Anna e i suoi amici più fortunati. 

Un impegno quotidiano e continuo che potrà svilupparsi nel Novo Ospedale dei bambini che la Fondazione Stella Maris vuole costruire nell’area di Cisanello a Pisa. Uno sforzo immane per l’Istituto, soprattutto in questo periodo di crisi dovuta alla pandemia. Uno sforzo reso ancora più forte dal fatto che l’intero costo (25 milioni di euro) è un investimento ad ora a totale carico della Fondazione Stella Maris. Una sfida per dare sempre di più ad Anna e a tutti i bambini, i ragazzi e le persone che si rivolgono all’Istituto.

Per questo la Fondazione Stella Maris, in occasione di questo Natale così particolare, lancia la campagna solidale per le donazioni a favore del Novo Ospedale, che con varie iniziative proseguirà fino a ospedale realizzato. E lo lancia nella sua “prima casa” di San Miniato, da dove tutto ebbe inizio oltre sessant’anni fa, presso la sede della Diocesi alla presenza del Vescovo di San Miniato, Mons Andrea Migliavacca e del Sindaco, dr. Simone Giglioli e i vertici della Fondazione Stella Maris: il presidente, Avv. Giuliano Maffei e il direttore generale, dr. Roberto Cutajar. 

“Alla Stella Maris si incontrano storie di vita, storie di speranza, anche storie di fede - dichiara Mons. Andrea Migliavacca, Vescovo di San Miniato -. L’annuncio della campagna per il progetto del nuovo ospedale è per regalare a più gente possibile e a chi è nel bisogno nuove storie di vita e nuove storie di speranza. Ci guida una stella, per tutti è luce, per chi crede è il Signore che ci guida e ci chiama”.

“La Fondazione Stella Maris è da sempre vicina alle persone più fragili, con progetti che vanno a sostenere ed aiutare le fasce più deboli della nostra società, la Casa Verde di San Miniato ne è un esempio, ormai una vera eccellenza - spiega il sindaco di San Miniato Simone Giglioli -. L’iniziativa e soprattutto la finalità che ha questa campagna, dimostra, ancora una volta, la grande attenzione che la Fondazione ha per i più fragili e la caparbietà con la quale porta avanti questi progetti che hanno, come scopo, donare una vita migliore a chi vive gravi disabilità neuropsichiatriche e alle loro famiglie. Per questo il nostro Comune sposa con grande entusiasmo questa campagna per la realizzazione di un nuovo ospedale, un obiettivo per il quale siamo pronti a collaborare”.

“Ritengo che il Novo Ospedale della Stella Maris sia una opportunità data alle persone affinché possano fare del bene a se stessi  - dichiara l’Avv. Giuliano Maffei, Presidente della Fondazione Stella Maris -. Non capita tutti i giorni che si decida di costruire un ospedale come questo, per  bambini, per ragazzi e per le persone con gravissime disabilità neuropsichiatriche e i loro genitori. In queste mura della Diocesi di San Miniato è nata questa bellissima idea che prefigura quel futuro che tutti contribuiamo a realizzare ora”.

La campagna che oggi si apre è il primo step di una serie di iniziative che per due anni accompagneranno i momenti più importanti del progetto Novo Ospedale nel suo divenire, con l’obiettivo di coinvolgere le famiglie, i cittadini, le imprese, le fondazione e gli enti che vorranno dare sostegno, a vario titolo, alla costruzione del Novo Ospedale dei bambini. Quello odierna è quindi il primo atto di un percorso che la Fondazione Stella Maris vuole condividere con tutti.

Il Natale è da sempre un momento di incontro nelle famiglie e tra le persone. Unoccasione per sentirsi vicini e scambiarsi doni, piccoli o grandi, in segno di vicinanza.  La Fondazione Stella Maris quest’anno propone piccole idee regalo come le cartoline virtuali di auguri. Un pensiero solidale che  chiunque potrà scambiare e condividere via mail, via sms o tramite whatsapp con i propri cari. 

Anche le aziende possono aderire, scegliendo le cartoline virtuali e lo spot personalizzabile per ricordare il Natale insieme ai propri dipendenti e collaboratori e per fare gli auguri ai clienti, omaggiandoli con un gradito presente. 

Gli auguri solidali della Fondazione Stella Maris sosterranno i lavori per il Novo Ospedale che si costruirà nell’area di Cisanello a Pisa. E’ un ospedale del privato no profit con funzione pubblica che, per la sua realizzazione non riceverà in soccorso fondi dalla Regione, né dallo Stato.

Una bellissima e moderna casa” dalle vele bianche, che condurrà i bambini e gli adolescenti con disabilità gravi e gravissime nel viaggio verso il miglioramento della loro qualità di vita. 

Mentre si concludono le ultime incombenze con il Comune e la Regione, gli architetti stanno ultimando il progetto esecutivo, così da ridurre al minimo i tempi dell’assegnazione dei lavori. Per il Novo Ospedale la Fondazione Stella Maris investe 25 milioni di euro, di cui 4 milioni  e mezzo per l’acquisto del terreno. Su una superficie complessiva di 29 mila metri quadrati, il nuovo complesso edilizio occuperà 12 mila mq e conterrà 58 posti letto, 50 laboratori e oltre 30 ambulatori. 

Il Novo Ospedale dei bambini della Stella Maris è espressione di questa terra. Un terra di Torri (Pisa con le sue case Torri e la Torre Pendente, San Miniato con la Torre di Matilde e la Rocca di Federico II).. e dalle torri si vede lontano, verso un orizzonte operoso che Stella Maris vuole costruire già  oggi. 

Scopri il Novo Ospedale e come sostenerlo:

 https://progettoospedale.nuovastellamaris.it/

Fonte: Comunicato stampa
Fondazione Stella Maris lancia a Natale la campagna per sostenere la costruzione del Novo Ospedale dei bambini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento