Toscana
stampa

IRAQ: WARDUNI (BAGHDAD), «PROPOSTA ONU SU ART.50 È UNA ELEMOSINA»

Percorsi: Mondo
Parole chiave: iraq (230), cristiani perseguitati (551)

“Una elemosina”. Così il vicario patriarcale di Baghdad, mons. Shlemon Warduni, parlando al Sir, stigmatizza la proposta di Staffan de Mistura, l'inviato dell'Onu in Iraq, per reintegrare l'art. 50 nella legge elettorale dei Consigli provinciali che garantisce una rappresentanza alle minoranze. Il piano De Mistura prevede però alcune differenze rispetto alla originaria stesura dell'articolo. Come spiega il sito Baghdadhope, infatti, “le province che dovrebbero destinare i seggi alle minoranze non sono più 6 ma 3. Mancano le province di Dohuk, Erbil e Kirkuk mentre rimangono Baghdad, Ninive e Bassora. I seggi delle minoranze che prima erano 15 ora sono 12. I cristiani cui prima erano destinati 12 seggi su 15 ora se ne vedono assegnati solo 7, agli Yazidi cui prima era assegnato 1 solo seggio a Ninive ora ne avranno 3, resta uguale la situazione per gli Shabak, 1 seggio a Ninive, mentre compare solo ora la minoranza mandea cui viene assegnato 1 seggio a Baghdad”. “Perché De Mistura invece di difendere i nostri diritti fa questa proposta per toglierceli?” domanda con forza il presule. “Forse l'Onu, la comunità internazionale, l'Europa, si sentono Dio per darci un'elemosina quando si tratta di nostri diritti? Vogliamo la legge come era prima, vogliamo essere rispettati come cittadini iracheni. Chiediamo al Governo di ripristinare l'art. 50. Esiste un diritto nel mondo o la giustizia è finita?”.
Sir

IRAQ: WARDUNI (BAGHDAD), «PROPOSTA ONU SU ART.50 È UNA ELEMOSINA»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento