Toscana
stampa

PARLAMENTO UE: AVANTI I NEGOZIATI CON CROAZIA, TURCHIA E MACEDONIA

Percorsi: Mondo
Parole chiave: ue (389), turchia (57), parlamento europeo (78)

Il Parlamento europeo si è espresso oggi, in chiusura della sessione plenaria, sui negoziati di adesione dei tre paesi candidati: Croazia, Turchia, Macedonia. Per quanto riguarda la Croazia si formula l'auspicio “che i negoziati possano concludersi nel 2009”, ma in questo senso occorre intensificare la lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. L'aula ha respinto alcuni emendamenti sulla restituzione dei beni agli esuli italiani e sulla responsabilità per le foibe da imputare all'ex regime comunista. La maggiore attenzione si è concentrata su dossier aperti con Ankara: le trattative in atto – è ribadito nel testo approvato – costituiscono il punto di partenza di un processo “senza limiti di tempo”. Al governo di Erdogan si chiede si rispettare i criteri di Copenaghen, concentrandosi sulle riforme e sul rispetto dei diritti delle donne e delle minoranze. L'Assemblea deplora invece che non sia pienamente rispettata la libertà di espressione e ribadisce “la necessità di sviluppare un quadro giuridico affinché tutte le comunità religiose possano operare senza indebite restrizioni, in particolare per quanto riguarda l'istruzione religiosa e la costruzione di luoghi di culto”. Per la Macedonia si invita il Consiglio a procedere al più presto per l'avvio dei negoziati.
Sir

PARLAMENTO UE: AVANTI I NEGOZIATI CON CROAZIA, TURCHIA E MACEDONIA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento