Toscana
stampa

Dal n. 44 del 10 dicembre 2006

Permesso di soggiorno: le domande alle Poste

Dall'11 dicembre 2006 cambiano le procedure per i permessi di soggiorno dei lavoratori extracomunitari con l'attribuzione alle Poste della competenza ad accettare le domande e con il coinvolgimento dei Patronati e (in modo graduale) dei Comuni per fornire assistenza agli immigrati nelle compilazione delle pratiche.

Ingresso per lavoro subordinato
Chi è al primo rilascio del permesso di soggiorno ha otto giorni di tempo per recarsi allo Sportello unico per l'immigrazione competente, per firmare il contratto di soggiorno. In tale occasione, i lavoratori subordinati, troveranno un funzionario dello Sportello pronto a compilare online due moduli: un modulo contiene principalmente i dati anagrafici e l'altro modulo contiene, tra l'altro, i dati sulla tipologia di lavoro, sul contratto di soggiorno e il reddito percepito. Il funzionario dello Sportello unico, compila e stampa i due moduli e li consegna, insieme alla busta prestampata con striscia gialla (nella quale va inserita anche la fotocopia del passaporto), al lavoratore immigrato, che si reca a quel punto a uno dei 5.332 uffici postali abilitati a ricevere le istanze per la spedizione a pagamento.

Altri casi di primo ingresso e rinnovo
Chi entra per la prima volta in Italia per motivi che non siano di lavoro subordinato e chi deve presentare domanda di rilascio della carta di soggiorno o di rinnovo del permesso di soggiorno, può ritirare in tutti i 14mila uffici postali i kit contenenti: la modulistica, le istruzioni multilingue (italiano inglese, francese e spagnolo) per la compilazione e l'informativa generale con le 26 tipologie di permesso di soggiorno (tutte le più frequenti) che devono essere richieste tramite le Poste.

Consegna e costi
La domanda di rilascio o rinnovo va consegnata all'ufficio postale abilitato, in busta aperta, insieme a tutta la documentazione necessaria e alla marca da bollo da 14,62 euro. Chi rinnova il permesso non deve inserire nella busta il permesso scaduto, ma solo la fotocopia. Il costo della spedizione è di 30 euro. Per i permessi di soggiorno che hanno validità superiore a 90 giorni è previsto il rilascio del titolo di soggiorno elettronico, per il quale bisognerà pagare un bollettino del costo di 27,50 euro. L'impiegato postale rilascia una ricevuta che sostituisce a tutti gli effetti l'attuale «cedolino». Quest'ultima riporta i codici di ingresso all'area riservata del sito www.portaleimmigrazione.it dove è possibile accedere per conoscere lo stato di avanzamento della pratica. Le stesse notizie si possono ottenere chiamando, al costo di una telefonata urbana, il contact center predisposto dall'Anci al numero 848.855.888 .

Il permesso di soggiorno
Una raccomandata inviata a casa specificherà la data in cui recarsi all'ufficio immigrazione della questura per i rilievi delle impronte digitali, e/o per l'integrazione eventuale della documentazione. In quell'occasione sarà comunicato il giorno in cui ci si dovrà presentare in Questura per ritirare materialmente il permesso.
Simone Consani e Marco Noci
anolf.toscana@cisl.it

Permesso di soggiorno: le domande alle Poste
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento