Toscana
stampa

REGIONE, MARTINI CONSEGNA IL PREMIO LA PIRA A GIURISTA NEOZELANDESE

Percorsi: Regione

Il presidente della Regione Claudio Martini ha consegnato ieri al giovane giurista neozelandese James G.Stewart il premio intitolato a Giorgio La Pira, promosso a partire dal 2005 dalla Regione Toscana in collaborazione con il Journal of International Criminal Justice per promuovere la tutela del diritto internazionale.

Stewart ha ottenuto il prestigioso riconoscimento per una originale publicazione sul carcere di Guantanamo che mette in luce l'illegittimità delle condizioni di vita dei prigionieri in esso detenuti.

Nel consegnare l'assegno al giovane studioso il presidente Martini ha sottolineato come "il premio e l'interessante dibattito suscitato dalla pubblicazione di Stewart siano coerenti con i valori che la Regione Toscana sostiene da sempre e con il suo impegno per la pace e la promozione e la difesa dei diritti umani".

Alla cerimonia hanno preso parte il direttore della rivista Antonio Cassese e il procuratore aggiunto presso il tribunale di Milano Antonio Spataro, cui è toccato il compito di introdurre ufficialmente il tema con un intervento su lotta al terrorismo e rispetto dei diritti fondamentali. Ad aprire la cerimonia l'assessore alla pace e cooperazione internazionale Massimo Toschi che ha sottolineato la straordinaria attualità del premio, "anche alla luce delle due esecuzioni capitali avvenute proprio oggi in Irak". "Dietro la realtà di Guantanamo - ha detto poi l'assessore - c'é la scelta dissennata di mettere fra parentesi il diritto penale internazionale in nome della sicurezza. In realtà abbiamo visto che ovunque il diritto viene sospeso, l'insicurezza cresce". (ANSA).

REGIONE, MARTINI CONSEGNA IL PREMIO LA PIRA A GIURISTA NEOZELANDESE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento