Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: udienza, “nelle giornate storte e confuse la Parola ci protegge dagli attacchi dal maligno”

“La Parola ispira buoni propositi e sostiene l’azione; ci dà forza e serenità, e anche quando ci mette in crisi ci dà pace. Nelle giornate storte e confuse, assicura al cuore un nucleo di fiducia e di amore che lo protegge dagli attacchi del maligno”. Ne è convinto il Papa, che nella catechesi dell’udienza di oggi, trasmessa in diretta streaming dalla Biblioteca privata del Palazzo apostolico si è soffermato in particolare sul metodo della “lectio divina”.

Percorsi: Papa Francesco
papa

Il Papa ha parlato di questa forma di preghiera “nata in ambiente monastico, ma ormai praticato anche dai cristiani che frequentano le parrocchie”. “Si tratta anzitutto di leggere il brano biblico con attenzione – questa è la lectio divina –  direi con obbedienza al testo, per comprendere ciò che significa in sé stesso”, ha spiegato Francesco: “Successivamente si entra in dialogo con la Scrittura, così che quelle parole diventino motivo di meditazione e di orazione: sempre rimanendo aderente al testo, comincio a interrogarmi su che cosa esso dice a me”. “È un passaggio delicato”, ha precisato il Papa: “Non bisogna scivolare in interpretazioni soggettivistiche ma inserirsi nel solco vivente della Tradizione, che unisce ciascuno di noi alla Sacra Scrittura”. L’ultimo passo della lectio divina è la contemplazione, dove “le parole e i pensieri lasciano il posto all’amore, come tra innamorati ai quali a volte basta guardarsi in silenzio. Il testo biblico rimane, ma come uno specchio, come un’icona da contemplare. Così si ha il dialogo. Attraverso la preghiera, la Parola di Dio viene ad abitare in noi e noi abitiamo in essa”.

Fonte: Sir
Papa Francesco: udienza, “nelle giornate storte e confuse la Parola ci protegge dagli attacchi dal maligno”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento