Toscana
stampa

«Più luce ai rifugiati»: ultimo week-end di shopping da Ikea per aiutare chi ha perso tutto

Questo fine settimana di shopping natalizio si può ancora dare un piccolo aiuto a chi ha perso tutto. Acquistando all’Ikea di Firenze Sesto Fiorentino una lampadina a led per la casa, magari mentre si scelgono i propri regali, IKEA Foundation donerà 1 euro per illuminare i campi per rifugiati gestiti all’UNHCR e renderli un luogo più sicuro e vivibile per le famiglie che vi abitano.

Percorsi: Profughi - Unchr
Manifesto dell'iniziativa

Si tratta della campagna «Diamo più luce alla vita dei rifugiati» attiva nei negozi IKEA di tutto il mondo e che si chiuderà già il 19 dicembre: una scadenza molto ravvicinata per fare un piccolo gesto ma molto significativo per persone che sono costrette a vivere in condizioni di vita assolutamente precaria. Il negozio IKEA di Firenze Sesto Fiorentino è stato nella precedente edizione della campagna uno dei più generosi al mondo, classificandosi al nono posto.

I fondi raccolti dalla campagna serviranno ad acquistare lampioni e lampade a energia solare e impianti fotovoltaici per produrre elettricità nei campi per rifugiati di UNHCR e nelle comunità ospitanti in Asia, Africa e Medio Oriente. La campagna sosterrà anche iniziative per migliorare l’accesso all’istruzione primaria.

Oggi nel mondo ci sono 19,5 milioni di rifugiati. Di questi, la metà sono bambini. Guerre e persecuzioni non sono le uniche cause che costringono le popolazioni a spostarsi: le migrazioni forzate sono dovute anche ai cambiamenti climatici, a calamità naturali come siccità, inondazioni e alla scarsità di risorse.

La campagna di IKEA «Diamo più luce alla vita dei rifugiati» è iniziata nel 2014. Ecco quali sono stati finora i risultati raggiunti:

Oltre 284.000 rifugiati e membri delle comunità ospitanti in Etiopia e Giordania possono vivere in condizioni di maggiore sicurezza nelle ore serali e notturne, grazie alla fornitura di oltre 56.000 lampade a energia solare e all’installazione di 720 lampioni a energia solare.

Oltre 37.000 bambini rifugiati si sono iscritti alla scuola primaria in Bangladesh, Ciad ed Etiopia e potranno continuare a studiare. Negli stessi Paesi sono stati formati oltre 740 insegnanti.

In Bangladesh sono stati costruiti 22 impianti di biogas che generano combustibile ecologico, utilizzato per cucinare.

La campagna «Diamo più luce alla vita dei rifugiati» è stata lanciata nel 2014 e ha permesso di raccogliere 18,5 milioni di euro grazie al contributo di clienti e collaboratori IKEA.

Quest’anno IKEA Foundation spera di aumentare questa cifra per migliorare la vita quotidiana di un numero sempre maggiore di rifugiati.

«Più luce ai rifugiati»: ultimo week-end di shopping da Ikea per aiutare chi ha perso tutto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento