Toscana
stampa

Toscana: nel 2012 stanziati 80 milioni di euro per i non autosufficienti

Nel 2012 la regione Toscana ha stanziato 80 milioni di euro per finanziarie il Fondo per la non autosufficienza in 34 zone distretto della Toscana. Lo comunica la regione dopo che la relazione annuale redatta dall'assessore al Diritto alla salute, Luigi Marroni, è stata approvata dalla giunta.

Percorsi: Famiglia - Regione
Parole chiave: non autosufficienza (18)

Le risorse sono state utilizzate per l'erogazione delle prestazioni previste dal Piano di assistenza personalizzato (Pap), nell'ambito di queste tipologie: interventi domiciliari sociosanitari, di aiuto alla persona, forniti in forma diretta dal servizio pubblico; interventi in forma indiretta, domiciliari o per la vita indipendente; inserimenti in strutture semiresidenziali; inserimenti temporanei o di sollievo in residenza; inserimenti permanenti in residenza.

Al momento 30 zone su 34 hanno completato la rendicontazione delle risorse, le 4 rimanenti sono in fase di completamento. «Dai dati in nostro possesso registriamo un forte incremento del numero di anziani assistiti - sottolinea l'assessore Marroni -. Nel 50% dei casi la presa in carico avviene immediatamente dopo la segnalazione, e nei restanti casi comunque entro 3 mesi».

Nel 2012, le segnalazioni effettuate ai «Punti insieme» sono state complessivamente 86.023, corrispondenti a circa il 9,9% della popolazione residente toscana ultrasessantacinquenne. Mensilmente ci si attesta intorno a una media di 7.000 segnalazioni. Da queste segnalazioni sono derivate 66.634 prese in carico corrispondenti al 7,7% della popolazione residente toscana ultrasessantacinquenne.

Fonte: Asca
Toscana: nel 2012 stanziati 80 milioni di euro per i non autosufficienti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento