Italia
stampa

Decreto dignità: via libera della Camera con 312 sì. Stop ai contratti a termine dopo 24 mesi

Primo via libera del Parlamento al decreto dignità. La Camera dei deputati ha approvato ieri sera il provvedimento con 312 sì, 190 no e un astenuto. Il testo passa ora in seconda lettura al Senato. 

Percorsi: Governo - Lavoro - Parlamento
Montecitorio

Su Twitter la reazione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che parla di «un primo importante passo in avanti per la lotta al precariato, il contrasto all’azzardo e la semplificazione fiscale». Ecco alcuni dei principali provvedimenti contenuti nel testo:

ASSUNZIONI. Passa da 36 a 24 mesi la durata massima dei contratti a termine con l’obbligo di motivare con le causali gli eventuali rinnovi. Definita una sanzione antiprecarietà: superati i 12 mesi di contratto a termine, se non verranno indicate le causali dei rinnovi, il contratto si trasformerà automaticamente in stabile. Prorogata al 2019 e al 2020 la normativa sulla decontribuzione al 50% per le assunzioni a tempo indeterminato dei giovani sotto i 35 anni. L’incentivo vale per tre anni ed ha un tetto massimo di 3.000 euro.

«GRATTA E VINCI» E SLOT. Anche sui «gratta e vinci», come sui pacchetti di sigarette, comparirà la scritta «nuoce alla salute». I messaggi sui rischi connessi al gioco d’azzardo dovranno coprire almeno il 20% della superficie su entrambi i lati. Inasprite le sanzioni per chi viola il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo, cresciute dal 5% al 20% del valore della sponsorizzazione, con un minimo che deve ammontare comunque a 50 mila euro. Come già per le sigarette, per giocare a slot e videolotteries sarà obbligatorio inserire nelle macchinette la tessera sanitaria. Un’iniziativa per tutelare i minori.

VOUCHER. Tornano i i voucher: potranno essere utilizzati non più solo dalle aziende agricole, ma anche da quelle alberghiere, di dimensioni ridotte, con massimo 8 dipendenti. Saranno una forma di pagamento per il lavoro di pensionati, disoccupati, studenti fino a 25 anni. La durata massima dell’utilizzo sale da tre a dieci giorni.

SCUOLA. Arriva la proroga dei contratti fino al 30 giugno 2019 e un concorso straordinario per risolvere il problema delle maestre con diploma magistrale conseguito prima del 2001-2002. Viene inoltre eliminato il limite di 36 mesi per i precari della scuola.

Decreto dignità: via libera della Camera con 312 sì. Stop ai contratti a termine dopo 24 mesi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento