Italia
stampa

Sport e inclusione, continua la lotta contro la distrofia muscolare

IziLove Foundation scende in campo per combattere le malattie neuromuscolari: tutto attraverso il gioco delle bocce e il settore paralimpico

Percorsi: Economia
Sport e inclusione, continua la lotta contro la distrofia muscolare

Sport e inclusione sono spesso due facce della stessa medaglia e che molto spesso finiscono per legarsi e per intersecarsi. In quest’ambito si inserisce senza alcun dubbio IziLove Foundation, associazione fondata e creata da Snaitech, società che opera da ormai tanti anni nel mondo del gioco legale. Quest’associazione è impegnata in prima linea nel campo della solidarietà, dell’assistenza sociale e della beneficienza. Ed ecco che una nuova realtà è recentemente entrata a far parte di questo mondo. Giusto spiegare il tutto nel dettaglio e nello specifico.

Il pensiero va infatti all’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm), ossia l’associazione di riferimento per chi combatte con le malattie neuromuscolari, tra cui appunto la distrofia. La sezione di Pisa ha deciso così di scendere ufficialmente in campo in una vera e propria campagna di sensibilizzazione, denominata Sbocciando – Liberi di essere campioni, utilizzando lo strumento dello sport, più precisamente quello delle bocce paralimpiche. Non a caso tale disciplina è praticabile anche da chi ha delle forme di disabilità gravi, che implichino delle difficoltà muscolari di un certo tipo. E dunque il tutto ha davvero avuto un grande successo e assunto un grandissimo significato.

Ma com’è nato questo progetto? L’idea di collaborare insieme si è sviluppata grazie un’iniziativa interna all’azienda, più precisamente attraverso un contest, chiamato Share 4 Good. Il format è davvero molto interessante, visto che tutti i dipendenti si sono impegnati in prima linea nel proporre un progetto solidale e nel motivarne l’efficacia. Fondamentale però, come detto, il supporto di Izilove Foundation, che, con il suo sostegno economico, ha permesso di acquisire tutto il materiale tecnico: stecche, guanti e un set completo di bocce. Ed ecco che grazie a tutto e grazie alla partecipazione di tutte le persone di Snaitech sono nate nuove partnership con altre realtà no profit e che si impegnano in questo campo. Possono essere ricordate Banco alimentare del Lazio, Make-A-Wish e FightTheStroke, testimonianze di una Corporate Social Responsibility partecipata e condivisa anche con il territorio in cui l’azienda opera.

“Un’iniziativa molto importante e che permette di porsi in prima linea in una battaglia così importante. Share 4 Good è un progetto che dimostra e fa capire come nella lotta alla distrofia e a tutte le malattie neuromuscolari le principali parole d’ordine sono essenzialmente due: informazione e sensibilizzazione”, questo è il commento del team di Casino Sicuro sull’iniziativa. Un’iniziativa che tra l’altro si è trasformata in alcuni eventi che hanno proprio come obiettivo la sensibilizzazione e l’informazione, come quello tenutosi il 10 dicembre a Pisa nella palestra di Arena Metano.

Sport e inclusione, continua la lotta contro la distrofia muscolare
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento