Vita Chiesa
stampa

Giubileo: Unitalsi, accolti oltre 50mila pellegrini disabili, consegnate 4200 carrozzine, effettuati 450 trasporti speciali

Oltre 50mila pellegrini disabili e malati accolti, 4.200 carrozzine consegnate, 450 trasporti speciali effettuati con 6 mezzi dell’associazione. Sono i numeri dell’attività svolta dall’Unitalsi in occasione del Giubileo straordinario della misericordia che si conclude domani. 

Percorsi: Disabilità - Giubileo - Unitalsi
Una delle liturgie del Giubileo

Più di 600 i volontari impegnati, provenienti da 15 regioni italiane. Due le postazioni di accoglienza dell’Associazione attive in prossimità di San Pietro: il gazebo di piazza dell’Uffizio e la postazione organizzata presso l’auditorium della Conciliazione dal 4 gennaio 2016 dove hanno operato i ragazzi del servizio civile. A coordinare le attività è il numero verde gratuito dell’Unitalsi 800.062.026, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 18. «È stato un anno impegnativo – dichiara il presidente nazionale Antonio Diella – che ci ha visto moltiplicare i nostri sforzi per essere accanto agli ammalati e ai disabili arrivati a Roma dall’Italia e dal mondo».

Il Giubileo «è stato anche l’occasione per toccare con mano il grande cuore dei nostri volontari che si sono confermati straordinari messaggeri di misericordia accanto ai più fragili. Un ringraziamento speciale va a loro e ai ragazzi del servizio civile».

L’impegno dell’associazione «comunque non si esaurisce con l’Anno Santo, ma proseguirà per ogni udienza, Angelus o evento che vedrà protagonista Papa Francesco», assicura Alessandro Pinna, responsabile nazionale Unitalsi per il Giubileo.

Fonte: Sir
Giubileo: Unitalsi, accolti oltre 50mila pellegrini disabili, consegnate 4200 carrozzine, effettuati 450 trasporti speciali
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento