Cultura & Società
stampa

Pieve Santo Stefano, al sindaco di Lampedusa il Premio Città del Diario 2016

Il riconoscimento che l’Archivio dei diari attribuisce ogni anno, dal 2005, a una personalità che si è distinta per l’attenzione ai temi della memoria. La consegna il 18 settembre a Pieve Santo Stefano (AR) durante il Premio Pieve.

Giusi Nicolini, Premio Pieve 2016 (foto di Rocco Rorandelli)

Va a Giusi Nicolini (nella foto di Rocco Rorandelli) il Premio Città del Diario 2016, il riconoscimento che l’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano attribuisce ogni anno, dal 2005, ad una personalità del panorama culturale che si è distinta per la sua attenzione ai temi della memoria.

Il pensiero corre subito a poco meno di tre anni fa, a quei corpi senza vita affiancati sul molo Favarolo. L’uno dopo l’altro fino a contarne 366. È il 3 ottobre 2013, strage di migranti al largo di Lampedusa. Lo sgomento e la rabbia di una donna diventano parole da scagliare insieme a un telegramma contro quelle istituzioni che dovrebbero operare per cambiare, ma non lo fanno. Chiedo di venire qua a contare i morti insieme a me. È Giusi Nicolini, sindaco dell’isola, che parla. È l’ennesima battaglia che affronta dall’inizio del suo mandato, 7 maggio 2012. Ne seguiranno molte altre. La sua guerra è contro l’eccidio in atto e per i diritti dei migranti. Sa che l’indifferenza e l’oblio sono nemici pericolosi, da combattere. Una memoria condivisa è invece un alleato potente, da chiamare in aiuto quando le istituzioni si voltano dall’altra parte, per non guardare. L’azione politica, civile e culturale di Giusi Nicolini esprime un’idea militante dell’uso della memoria. Il 3 ottobre non dovrà essere un giorno in cui si sta in silenzio. Qua bisogna urlare. Il giorno della Memoria deve essere l’urlo della vendetta che chiedono questi morti.

Non può esserci oggi un uso più legittimo e nobile della memoria. È una chiamata che arriva all’Archivio dei diari, custode di migliaia di testimonianze di vita contemporanee. La lezione di Giusi Nicolini vale molto di più di un «Premio Città del diario», che pure l’Archivio le attribuisce con orgoglio. Le vite dei migranti in mare si proteggono grazie alle missioni di salvataggio ben organizzate, non con le commemorazioni. Ma una commemorazione può sferzare chi detiene il potere di vita o di morte.

La consegna del premio avverrà domenica 18 settembre alle 16.30 a Pieve Santo Stefano (AR), nel corso dell'ultima giornata del 32° Premio Pieve Saverio Tutino.

Giusi Nicolini è la dodicesima personalità vincitrice del Premio Città del Diario. Succede a Carlo Lucarelli, Ettore Scola, Vinicio Capossela, Nanni Moretti, Sergio Zavoli, Mario Dondero, Francesco De Gregori, Mario Perrotta, Rita Borsellino, Ascanio Celestini, Marco Paolini. 

Fonte: Comunicato stampa
Pieve Santo Stefano, al sindaco di Lampedusa il Premio Città del Diario 2016
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento