Italia
stampa

Lampedusa: Migrantes, «Non si dimentichi la tragedia» dello scorso anno

«Non possiamo nascondere la preoccupazione della mancanza di una programmazione e di una provvisorietà nell'accoglienza di chi chiede una protezione internazionale in Italia, soprattutto per i minori». Lo afferma oggi la Fondazione Migrantes alla vigilia del primo anniversario della tragedia di Lampedusa dove lo scorso anno hanno perso la vita 368 migranti: «Persone in cammino, persone in fuga, uomini, donne e bambini che avevano il diritto di essere accompagnati da una situazione di persecuzione e violenza a un luogo di pace, mentre hanno trovato la morte nel ‘nostro mare'».

Percorsi: Immigrati - Profughi
Parole chiave: Lampedusa (121), sbarchi (250), Migrantes (87)

 A un anno di distanza, alla «condivisione del dolore» per i familiari che, grazie anche all'iniziativa del ministero dell'Interno a cui collabora Migrantes, si spera possano riconoscere tra i morti i propri cari, alla preghiera ecumenica e interreligiosa che si alzerà dalla chiesa e dalla piazza di Lampedusa, l'organismo pastorale della Cei si dice preoccupato che la fine dell'operazione Mare nostrum e la sua sostituzione con un'iniziativa «non ben definita, che sembra andare nella direzione del controllo dei confini e non del salvataggio e dell'accompagnamento dei migranti in mare, rischiano di aggiungere ancora morti nel cimitero del Mediterraneo».

Migrantes esprime anche la preoccupazione che alcuni Paesi europei, a fronte di nuovi arrivi di migranti dal Corno d'Africa, dal Medio Oriente e dai Paesi del Sud Sahara, «ripropongano la chiusura delle frontiere, mettendo in discussione il cammino europeo dopo Schengen». Da qui l'auspicio che «non si dimentichi la tragedia di Lampedusa», ma «soprattutto si rinnovi concretamente il cammino di costruzione di un'Europa solidale che sappia condividere le risorse, perché i Paesi poveri possano crescere e le persone possano avere il diritto di rimanere nel proprio Paese» e che sappia rendere «effettivo» il diritto alla protezione internazionale.

Fonte: Sir
Lampedusa: Migrantes, «Non si dimentichi la tragedia» dello scorso anno
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento