Italia
stampa

Testamento biologico, la Consulta boccia legge Friuli. Gigli (Mpv), «soddisfatti da decisione»

La Corte costituzionale ha bocciato la legge regionale del Friuli che istituiva le Dat (testamento biologico). Il commento del presidente nazionale del Movimento per la vita.

Il Palazzo della Corte costituzionale (Foto Sir)

«La decisione della Corte Costituzionale di bocciare definitivamente la legge regionale che istituiva le Dat in Friuli Venezia-Giulia riporta finalmente chiarezza in una materia nella quale le fughe in avanti non sono ammissibili e possono, anzi, essere pericolose. Siamo soddisfatti della limpida decisione della Consulta, avendo per primi sollevato il tema dell’incompetenza della Regione in materie che riguardano la vita umana e che appartengono alla potestà legislativa dello Stato, come poi evidenziato dal governo nel ricorso alla Corte stessa». Lo dichiara in una nota Gian Luigi Gigli, presidente del Movimento per la vita italiano (Mpv).

«Purtroppo, anche in altre materie, il Friuli – sottolinea Gigli – preferisce a volte procedere con atteggiamenti da primi della classe. È già accaduto, per esempio, con la modifica statutaria che ha portato anzitempo all’abrogazione delle province in Regione, rivelatasi poi incoerente con la Costituzione vigente, restata immodificata. Anche in questo caso il buon senso avrebbe suggerito di evitare iniziative da apripista che creeranno inevitabilmente conflitti giudiziari tra le istituzioni a causa delle asimmetrie ordinamentali prodottesi a seguito dell’esito referendario».

Fonte: Sir
Testamento biologico, la Consulta boccia legge Friuli. Gigli (Mpv), «soddisfatti da decisione»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento