Mondo
stampa

Iraq: Wfp, 50mila sfollati in tre governatorati, «situazione umanitaria critica»

«La situazione umanitaria degli iracheni sfollati recentemente nei governatorati meridionali di Najaf, Kerbala e Babel sta raggiungendo livelli critici». Ad affermarlo è il Programma alimentare mondiale delle Nazioni unite (Wfp) che assiste oltre 50 mila famiglie di sfollati in Iraq.

Percorsi: Iraq - Profughi

«Molti di loro ora vivono in edifici pubblici vuoti, o in moschee come quella di Husseineyar che le autorità locali hanno messo a disposizione. La maggior parte delle famiglie hanno detto di aver speso tutti i pochi risparmi», precisa il Wfp che rivela come «molti di loro non sono riusciti a trovare riparo nell'affollata regione settentrionale del Kurdistan iracheno, che ospita quasi il 50 per cento delle famiglie sfollate, mentre altri hanno detto che vivere a nord costa troppo».

Lo staff del Wfp ha incontrato molte famiglie sfollate che hanno difficoltà come quella di Najat Hussein, 36 anni e madre di 6 figli, che ha perso il marito sette mesi fa nel conflitto di Tel Afar. «Nonostante i pericoli e le sfide nell'accedere a quest'area, il Wfp è stato presente nell'Iraq meridionale e centrale dall'inizio della crisi nel Paese nel 2014», ha detto Jane Pearce, rappresentante e direttrice Wfp in Iraq. «Ringraziamo i governi locali di Najaf, Kerbala e Babel per la continua cooperazione con il Wfp nell'alleviare le sofferenze degli iracheni sfollati, aiutandoci a portare loro cibo».

Fonte: Sir
Iraq: Wfp, 50mila sfollati in tre governatorati, «situazione umanitaria critica»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento