Toscana
stampa

Incidente mortale a Cascina: Cisl, la Toscana piange un altro morto sul lavoro

«La Toscana piange nuovamente un lavoratore morto in un cantiere. Tutto questo accade mentre assistiamo ad una riduzione delle ispezioni, dovute al drastico taglio delle risorse destinate agli organi competenti. E’ inaccettabile, non si può morire sul lavoro». Lo ha detto il segretario generale della Filca-Cisl Toscana, ottavio De Luca, commentando l'incidente mortale di questa mattina avvenuto a Cascina, in provincia di Pisa, nel quale ha perso la vita un lavoratore edile di 47 anni, caduto da circa 2 metri mentre era su un'impalcatura.

Percorsi: Lavoro - Sindacati
Parole chiave: morti sul lavoro (2), cisl (95), sicurezza sul lavoro (2)

«Il lavoro svolto dagli organi paritetici e dal sistema bilaterale sul fronte della sicurezza - ha detto De Luca - è importante e significativo, ma se le istituzioni decidono di tagliare i finanziamenti destinati ai controlli nei luoghi di lavoro ci troviamo di fronte ad un segnale negativo e ad un atteggiamento intollerabile. Il sindacato, come ha già fatto in passato, continuerà a protestare per queste scelte non condivisibili e dannose e proseguirà con impegno sempre maggiore la propria azione sul fronte della sicurezza».

Anche il segretario generale della Cisl Toscana, Riccardo Cerza, esprime «dolore per la morte di un altro lavoratore, cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai colleghi del lavoratore deceduto». «Ancora una volta – aggiunge Cerza - si tratta di una caduta dall’alto, una tipologia di infortunio che si ripete con drammatica frequenza. Quella per la sicurezza sul lavoro è una marcia che non può mai arrestarsi e che dobbiamo continuare a portare avanti puntando sul rispetto delle norme e sulla diffusione di una vera cultura della sicurezza».

Fonte: Comunicato stampa
Incidente mortale a Cascina: Cisl, la Toscana piange un altro morto sul lavoro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento