Vita Chiesa
stampa

Francesco, Messa a S. Marta: «Vergognarsi e allargare il cuore»

«Vergognarsi e allargare il cuore». Sono questi i due atteggiamenti necessari «per essere misericordiosi». A spiegarlo è stato il Papa, che nell'omelia della messa celebrata oggi a Santa Marta ha fatto notare che «vergognarsi davanti a Dio è una grazia».

Percorsi: Papa Francesco

Spesso giustifichiamo il nostro peccato scaricando la colpa sugli altri, come hanno fatto Adamo ed Eva, mentre occorre «allargare il cuore», mantenere il «cuore allargato», pronunciando frasi come: «Chi sono io per giudicare? Chi sono io per chiacchierare? Chi sono io che ho fatto le stesse cose o peggio?». E il Signore lo dice: «Non giudicate e non sarete giudicati! Non condannate e non sarete condannati! Perdonate e sarete perdonati! Date e vi sarà dato!». È questa la «generosità del cuore»: «È l'immagine delle persone che andavano a prendere il grano con il grembiule e allargavano il grembiule per ricevere più, più grano. Se tu hai il cuore largo, grande, tu puoi ricevere di più». «L'uomo e la donna misericordiosi hanno un cuore largo: sempre scusano gli altri e pensano ai loro peccati», ha detto il Papa, secondo il quale «questo è il cammino della misericordia che dobbiamo chiedere». «Se tutti noi, se tutti i popoli, le persone, le famiglie, i quartieri, avessimo questo atteggiamento, quanta pace ci sarebbe nel mondo, quanta pace nei nostri cuori!», ha esclamato il Papa, perché «la misericordia ci porta alla pace».

Fonte: Sir
Francesco, Messa a S. Marta: «Vergognarsi e allargare il cuore»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento