Vita Chiesa
stampa

Francesco, Messa a S. Marta: siamo un popolo unito da Gesù non che si «arrangia»

«Il cristiano è un uomo o una donna che sa aspettare Gesù e per questo è uomo o donna di speranza». Lo ha ribadito Papa Francesco all'omelia della Messa celebrata a Santa Marta.

Percorsi: Papa Francesco

Persone che sanno aspettare e, nell'attesa, coltivano una solida speranza. Il pagano, invece, ha detto il Papa - «e tante volte noi cristiani ci comportiamo come i pagani», ha aggiunto - si dimentica di Gesù, «pensa a se stesso, alle sue cose, non aspetta Gesù. L'egoista pagano fa come se fosse un dio: ‘Io mi arrangio da solo'. E questo finisce male, finisce senza nome, senza vicinanza, senza cittadinanza». «Quello che è venuto a fare Gesù con noi è darci cittadinanza, appartenenza a un popolo, nome, cognome». Così, da «nemici senza pace», ha affermato Papa Francesco, Cristo «ci ha accomunato» col «suo sangue», «abbattendo il muro di separazione che divide».

«Tutti noi sappiamo che quando non siamo in pace con le persone, c'è un muro che ci divide», ha affermato il Papa: «Ma Gesù ci offre il suo servizio di abbattere questo muro, perché possiamo incontrarci. E se siamo divisi, non siamo amici: siamo nemici. E di più ha fatto, per riconciliare tutti in Dio. Ci ha riconciliato con Dio: da nemici, amici; da estranei, figli». «Aspettare Gesù», l'invito di Francesco: «Chi non aspetta Gesù, chiude la porta a Gesù, che verrà a trovarci i come Lui ci ha fatto con il suo servizio: amici vicini, in pace». «Io ci credo in questa speranza, che Lui verrà?», la domanda da porsi: «Io ho il cuore aperto, per sentire il rumore, quando bussa alla porta?».

Fonte: Sir
Francesco, Messa a S. Marta: siamo un popolo unito da Gesù non che si «arrangia»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento