Vita Chiesa
stampa

Ottobre missionario: un prete toscano tra i dimenticati di Salvador Bahia

Don Luca Niccheri, prete fiorentino, da sei anni è missionario a Nossa Senhora da Piedade, nel quartiere di Massaranduba, a Salvador Bahia. Nella sua parrocchia  ci sono ancora le ultime palafitte degli «alagados» «È una realtà forte, di sofferenza, di coraggio. Essere qui è importante», ci dice in questa intervista, che ben ci introduce alla giornata missionaria mondiale del 20 ottobre. GUARDA L'INTERVISTA

Ottobre missionario: un prete toscano tra i dimenticati di Salvador Bahia

«Io sono in una zona - spiega don Luca - dove ci sono state per molti anni le palafitte. La diocesi di Firenze era presente in un’altra zona della periferia urbana, Nossa Senhora de Guadalupe, ed è stata lì per quasi quarant’anni. Al momento in cui ci siamo accorti che questa presenza rischiava di creare dipendenza invece che aiutare a sviluppare, abbiamo chiesto al vescovo di Salvador Bahia di poterci spostare. Il vescovo ha accolto questa richiesta e ci siamo spostati in questa nuova realtà che è quella degli "alagados". Una realtà molto forte che è quella di persone che sono arrivate da fuori, senza nulla, vivendo sulle palafitte. Una storia di sofferenza, di lotta, di coraggio, una bella storia da condividere».

GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE

Ottobre missionario: un prete toscano tra i dimenticati di Salvador Bahia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento