Italia
stampa

Incidenti stradali: Aci, le strade più pericolose sono il Gra, e quelli di Marghera e Reggio Calabria

Il Grande raccordo anulare - Portonaccio, il raccordo di Marghera e quello di Reggio Calabria sono le strade più pericolose in Italia. Il dato emerge dallo studio «Localizzazione degli incidenti stradali 2017», realizzato dall'Aci, che analizza i 36.560 incidenti (1.228 mortali), 1.359 decessi e 58.967 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del Belpaese. 

Incidente stradale (Foto Sir)

La Penetrazione urbana della A24 (Gra - Portonaccio) è la strada sulla quale si verificano più incidenti: in media uno ogni 17,1 km, a fronte di una media italiana di 1,3 per la rete autostradale e di 0,6 incidenti per chilometro per le strade extraurbane. Sul raccordo di Marghera si sono registrati 11,3 incidenti/km e su quello di Reggio Calabria gli incidenti sono stati 10,5 per chilometro. Tra le strade extraurbane, al primo posto la Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga (7,6 incidenti/km), seguita dalla 131 dir (7,5 incidenti/km) e dalla 296 della Scafa (6 incidenti/km).

Sulle strade extraurbane gli utenti vulnerabili rappresentano una quota assai elevata dei decessi: ben il 36% (1 morto su 3 è ciclista, «dueruotista» o pedone): nel 21% dei casi è deceduto un motociclista (288), nell'11% un pedone (149) e nel 4% un ciclista (52). Rispetto al totale dei morti per modalità di trasporto, i pedoni sono il 25% (1 su 4) ed i ciclisti il 20% (1 su 5). Lo studio analizza anche gli incidenti sulle due ruote. I veicoli a due ruote (biciclette comprese), sono coinvolti nel 23% degli incidenti stradali.

L'indice di mortalità delle due ruote (motocicli e biciclette) è molto più elevato di quello delle quattro ruote: più di 3,8 morti ogni 100 mezzi coinvolti in incidente, rispetto all'1,4 delle auto. Le tratte più pericolose per le due ruote sono la statale 1 Aurelia, in Liguria, la statale 249 Gardesana Orientale, in provincia di Verona e la statale 145 Sorrentina, in provincia di Napoli.

Per i pedoni - secondo lo studio condotto dall'Aci - le strade con un numero particolarmente elevato di investimenti sono l'Aurelia, l'Adriatica, la Statale Tosco-Romagnola, la Padana Superiore e la Casilina. Lo studio dell'Aci - consultabile sul portale www.lis.aci.it  - segnala anche i tratti stradali dove gli incidenti sono diminuiti in modo consistente rispetto al 2016. Si tratta dei tratti: Gra, 106 Jonica, Statale del Lago di Como e dello Spluga, Appia, Statale dei Giovi e Autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Fonte: Sir
Incidenti stradali: Aci, le strade più pericolose sono il Gra, e quelli di Marghera e Reggio Calabria
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento