Toscana
stampa

Firenze, patto Metrocittà-sindacati su appalti pubblici

Contrastare il ricorso al lavoro senza qualità, che non rispetta l'applicazione dei contratti collettivi nazionali, territoriali e aziendali; rispettare le leggi in materia di lavoro, di salute e sicurezza come deterrente contro la criminalità organizzata. Sono alcuni dei punti contenuti nel protocollo di intesa su appalti pubblici, concessioni di lavori, forniture e servizi sottoscritto dal sindaco della Città metropolitana di Firenze Dario Nardella e Cgil, Cisl e Uil.

Percorsi: Firenze - Lavoro - Sindacati
Parole chiave: Dario Nardella (57)
Il patto sugli appalti a Firenze (Foto Dire)

Con il protocollo, quindi, l'amministrazione e i sindacati si consulteranno in maniera continuativa per analizzare la programmazione degli appalti e valutare l'andamento di quelli dell'anno precedente. Tra i principi fissati c'è anche la clausola sociale (contenuta nel codice dei contratti), l'applicazione per i lavoratori dei contratti collettivi di settore, il privilegio per l'offerta economicamente più vantaggiosa rispetto al criterio del prezzo più basso, una premialità per le imprese iscritte nella white list della prefettura (rating di legalità), l'applicazione dell'articolo 30 del codice dei contratti (l'amministrazione può sostituire l'impresa inadempiente nel pagare gli stipendi dei lavoratori), il contrasto al lavoro irregolare con i controlli fatti anche per mezzo della cassa edile prima di effettuare i pagamenti.

«Mi preoccuperò personalmente che ogni Comune» dell'ex Provincia «metta in pratica il protocollo». Inoltre, spiega Nardella, «al prossimo vertice di Torino proporrò di estendere questo accordo a tutte e 14 le Città metropolitane».

Fonte: Agenzia Dire
Firenze, patto Metrocittà-sindacati su appalti pubblici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento