Toscana
stampa

LAVORO, «CIET», PREOCCUPAZIONE PER LE SEDI DI MASSA, LIVORNO E LUCCA; CHIESTO TAVOLO NAZIONALE

Percorsi: Regione
Parole chiave: lavoro (615), crisi economica (372), cassa integrazione (116)

 I problemi dei lavoratori della Ciet, l'azienda di telefonia con tre stabilimenti in Toscana, sono stati al centro dell'incontro convocato stamani dall'assessore al lavoro Gianfranco Simoncini su richiesta delle organizzazioni sindacali e al quale hanno partecipato i rappresentanti di Fiom, Fim, Uilm e le Rappresentanze aziendali.
Le organizzazioni sindacali hanno manifestato preoccupazione per la situazione creatasi, a loro dire, a causa del mancato rispetto dell'accordo raggiunto nel maggio scorso presso il ministero del lavoro. Una situazione che, sempre secondo i sindacati, potrebbe creare problemi per gli stabilimenti toscani dell'azienda, in particolare per quello di Massa e, in prospettiva, anche per Livorno e Lucca.
Fra i problemi da verificare in relazione all'applicazione dell'accordo, i meccanismi di concessione della Cassa Integrazione e le garanzie di permanenza delle attività produttive in queste aree, con particolare attenzione a quella di Massa.
L'assessore Simoncini ha preso atto delle segnalazioni e delle preoccupazioni manifestate dai sindacati, prendendo l'impegno di scrivere al ministero del lavoro per chiedere la riconvocazione urgente del tavolo nazionale per una verifica dell'accordo. Nei prossimi giorni la Regione procederà anche a un approfondimento nei confronti dell'azienda. (bc)

LAVORO, «CIET», PREOCCUPAZIONE PER LE SEDI DI MASSA, LIVORNO E LUCCA; CHIESTO TAVOLO NAZIONALE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento