Vita Chiesa
stampa

Salute: don Arice (Cei), «le parole di Papa Francesco una road map per il nostro cammino dei prossimi anni»

«Ringraziamo Papa Francesco per le luci che ha indicato nel suo discorso, impegnandoci fin d’ora affinché anche le ombre diventino luminose». Don Carmine Arice,  direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Cei, commenta così al Sir le parole del Papa oggi, in occasione dell’udienza concessa alla Commissione Carità e Salute della Cei, all’Ufficio nazionale e alla sua Consulta, ai direttori degli uffici diocesani, alla vigilia della 25ª Giornata mondiale del malato e in occasione dei 20 anni dell’Ufficio nazionale per la pastorale della salute.

Parole chiave: malato (1), salute (38)
Salute: don Arice (Cei), «le parole di Papa Francesco una road map per il nostro cammino dei prossimi anni»

“Il Pontefice ha ricordato alcune questioni determinanti che hanno segnato il cammino di questi anni: la ricerca e il volontariato, sul quale ha insistito molto. Vogliamo continuare  a lavorare su questi aspetti – ha assicurato don Arice -, puntando anche sulla formazione degli operatori e ricordando la generosità di molti”.

Non solo: “Vogliamo prendere molto sul serio quello che il Papa ha detto sul tema della sanità equa, facendo una fotografia della nostra Italia, e sul tema di un sistema veramente sostenibile”. Anche la parte del discorso rivolto agli ospedali cattolici, è parso a don Arice “particolarmente indicativo, con l’invito a saper guardare avanti, eventualmente riconvertendo le opere quando non fossero più significative rispetto a un’offerta di cura che è già data”. Importante anche il fatto che “il Santo padre abbia ribadito che i malati hanno bisogno di un’attenzione spirituale privilegiata”. insomma, “sono indicazioni che non possono essere disattese nel modo più assoluto, perché vanno a offrire la ‘ricetta’, il rimedio per la situazione attuale”.

“Il Papa ci ha anche ricordato due urgenze che affliggono il nostro Paese: le malattie psichiatriche e gli anziani con le patologie neurodegenerative. Francesco ci ha offerto così – evidenzia il direttore dell’Ufficio nazionale – la road map su cui vogliamo fare il cammino dei prossimi anni nella pastorale della salute italiana”. E aggiunge: “Tra le indicazioni del Papa che potremo tradurre in modo molto concreto c’è la richiesta ai parroci e a tutti coloro che sono in qualche modo in contatto con le famiglie di un’attenzione nuova – di cui dovremo studiare le modalità – per i malati che sono nelle case. Francesco ha sottolineato questo aspetto in un modo molto forte chiedendoci di vigilare affinché la solitudine, sia assistenziale sia spirituale, di chi vive l’esperienza della malattia a casa trovi in qualche modo una risposta da parte della comunità ecclesiale”. Di qui l’impegno: “Prossimamente convocherò la Consulta e, ricordando le parole del Papa, proveremo a pensare delle linee di applicazione di questo percorso”.

Fonte: Sir
Salute: don Arice (Cei), «le parole di Papa Francesco una road map per il nostro cammino dei prossimi anni»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento