Vita Chiesa
stampa

Edizione on line del 18 dicembre 2002

Una «Giornata» voluta da Paolo VI

Trentacinque anni fa, in data 8 dicembre 1967, Paolo VI istituiva la Giornata della Pace, proponendo di dedicare il primo giorno dell'anno al tema della pace. In quell'occasione Paolo VI si rivolgeva ai fedeli e agli organismi internazionali invitandoli ad unirsi ogni anno per riflettere "sul bene fondamentale della pace", perché "con il suo giusto e benefico equilibrio" possa "dominare lo svolgimento della storia avvenire".

Nel primo messaggio (1° gennaio '68) Paolo VI ricordava alcuni punti essenziali che, da allora in poi, avrebbero dovuto caratterizzare la Giornata: "La necessità di difendere la pace nei confronti dei pericoli, che sempre la minacciano; il pericolo della sopravvivenza degli egoismi nei rapporti tra le nazioni; il pericolo delle violenze, a cui alcune popolazioni possono lasciarsi trascinare per la disperazione nel non vedere riconosciuto e rispettato il loro diritto alla vita e alla dignità umana; il pericolo, oggi tremendamente cresciuto, del ricorso ai terribili armamenti sterminatori, di cui alcune potenze dispongono; il pericolo di credere che le controversie internazionali non siano risolvibili per le vie della ragione, cioè delle trattative fondate sul diritto, la giustizia, l'equità, ma solo per quelle delle forze deterrenti e micidiali".

Paolo VI ribadiva che la pace si fonda sopra "un nuovo spirito", "una nuova mentalità circa l'uomo ed i suoi doveri ed i suoi destini", e non "su una falsa retorica di parole". I fondamenti della pace, scriveva il Pontefice, sono "la sincerità, la giustizia e l'amore nei rapporti fra gli Stati e, nell'ambito di ciascuna nazione, fra i cittadini tra di loro e con i loro governanti".

Il Santo Padre ricordava inoltre che "la pace non è pacifismo, non nasconde una concezione vile e pigra della vita, ma proclama i più alti ed universali valori della vita; la verità, la giustizia, la libertà, l'amore". E concludeva richiamando la necessità di "educare il mondo ad amare la pace, a costruirla, a difenderla contro le rinascenti premesse della guerra (emulazioni nazionalistiche, armamenti, provocazioni rivoluzionarie, odio di razze, spirito di vendetta) e contro le insidie di un pacifismo tattico, che narcotizza l'avversario da abbattere, o disarma negli spiriti il senso della giustizia, del dovere e del sacrificio".

I temi delle Giornate
1968 - 1ª Giornata per la pace, senza tema specifico
1969 - La promozione dei diritti dell'uomo: via verso la pace
1970 - Educarsi alla pace con la riconciliazione
1971 - Ogni uomo è mio fratello
1972 - Se vuoi la pace lavora per la giustizia
1973 - La pace è possibile
1974 - La pace dipende anche da te
1975 - La riconciliazione via alla pace
1976 - La civiltà dell'amore
1977 - Se vuoi la pace difendi la vita
1978 - No alla violenza, sì alla pace
1979 - Per giungere alla pace educare alla pace
1980 - La verità, forza della pace
1981 - Per servire la pace rispetta la libertà
1982 - La pace dono di Dio affidato agli uomini
1983 - Il dialogo per la pace: una sfida agli uomini del nostro tempo
1984 - La pace nasce da un cuore nuovo
1985 - La pace e i giovani camminano insieme
1986 - La pace: valore che non ha frontiere
1987 - Il nome nuovo della pace: lo sviluppo, nuove solidarietà per nuove forme di sviluppo
1988 - Liberi di invocare Dio per vivere la pace
1989 - Per costruire la pace rispettare le minoranze
1990 - Pace con Dio creatore. Pace con tutto il Creato
1991 - Se vuoi la pace rispetta la coscienza di ogni uomo
1992 - Credenti uniti nella costruzione della pace
1993 - Se cerchi la pace va' incontro ai poveri
1994 - Dalla famiglia nasce la pace della famiglia umana
1995 - Donna: educatrice alla pace
1996 - Diamo ai bambini un futuro di pace
1997 - Offri il perdono, ricevi la pace
1998 - Dalla giustizia di ciascuno nasce la pace per tutti
1999 - Nel rispetto dei diritti umani il segreto della pace vera
2000 - Pace in terra agli uomini che Dio ama
2001 - Dialogo tra le culture per una civiltà dell'amore
2002 - Senza perdono non c'è pace
2003 - Pacem in Terris: un impegno permanente

Una «Giornata» voluta da Paolo VI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento